SeaNet: ecco gli “ingredienti” per fare un network

SeaNet ad oggi conta 250 adv, che diventano oltre 420 a seguito dell'attività di service fornita alle altre reti Pts, SiTravel e Italicaintour. "Lavoriamo bene insieme – commenta a Guida Viaggi il direttore commerciale Andrea Pesenti -, ci sono numerose adv che stanno facendo il loro ingresso nel network, alimentando una crescita continua – sottolinea il manager -. Qualcuna ci lascia per tentare altre strade, o perché chiude la propria attività, ma siamo sempre in positivo. Il saldo tra quelle che escono e quelle che entrano è in attivo".

Da inizio anno sono 12 le new entry, con una distribuzione che abbraccia tutto il territorio nazionale, ma che vede una maggiore concentrazione al Nord e al Centro. 

Alla domanda su quali siano gli ingredienti per fare un network, il manager non esita nemmeno un secondo e ci risponde regalandoci una dovizia di particolari, che partono tutti da "un progetto molto forte – afferma -. Servono tanti ingredienti, occasioni commerciali, formazione, servizi alle adv, un'organizzazione efficace, efficiente, comoda, semplice, veloce al servizio delle affiliate. Servono abnegazione – prosegue Pesenti -, competenza, entusiasmo, fantasia, testardaggine, ma anche umiltà. Il mercato evolve e bisogna essere empatici verso le persone, saper gestire i rapporti con i fornitori e guardare al futuro, ma siccome nessuno lo conosce, te lo inventi e te la giochi sulla base dell'esperienza". 

A detta del manager oggi "serve una situazione ibrida, tra una vecchia e una nuova ricetta. Un po' come ha fatto l'industria automobilistica con i motori, assemblati utilizzando lo stesso pianale. Bisogna saper assemblare con competenza e dedizione, riuscendo ad essere flessibili per essere pronti verso i cambiamenti, ma rigidi sulla gestione economica". s.v.

Tags: ,

Potrebbe interessarti