Boccia, Confindustria: “Lo stallo danneggia le imprese”

“Speriamo che la situazione di incertezza non si trasformi in instabilità, non diventi ansietà nel mondo dell’economia”. Così il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine della presentazione di Aidit la nuova associazione Italiana Distribuzione Turistica delle imprese. Il presidente si è detto “molto preoccupato” per tutta la filiera del turismo e per le imprese in genere in questa fase di stallo.

L’ipotesi di tornare alle urne sarebbe per Boccia nefasta: “Mi viene in mente Guzzanti con la battuta: questi elettori vanno cambiati”, ha detto e ancora: “Se gli elettori rivotano allo stesso modo che facciamo? Torniamo alle consultazioni finché non si trova la situazione che piace a qualcuno?” Boccia ha aggiunto:“In questo contesto i dati sul futuro parlano di rallentamento dell’economia, abbiamo un deficit importante, il debito pubblico, bisogna intervenire per le imprese senza però danneggiare la crescita che crea occupazione in alcuni settori. Questa, inoltre, va declinata in tutto il Paese”.

Domenico Pellegrino, presidente Aidit, ha infatti fatto osservare che attualmente, pur essendo le agenzia di viaggio distribuite  equamente nel Paese, ancora permangono delle differenze geografiche: ”Il  50% della concentrazione del fatturato è al Nord, il 26% al centro e il 24% al Sud”. l.s

Tags:

Potrebbe interessarti