I capisaldi: sostenibilità  e riqualificazione

Focus su rigenerazione e sostenibilità in ambito ricettivo nella seconda giornata di Tou-rism Investment.
Il brand Ascend Hotel Collection si appresta ad aprire, a settembre, un nuovo hotel nell’ex aeroporto di Colonia. “Un progetto che guarda al mondo dei motori a 360° gradi – spiega Vittorio Scarpello, manager franchise development Italy di Choice Hotels – su 50mila mq di spazio divisi in 14 diverse aree tematiche, per un investimento di 35 milioni di euro. Una struttura integrata all’interno dell’hangar con 94 camere, di cui 10 suite tematiche il cui design ricorda officine, autolavaggi o aree pit stop”.
Gli hotel non sono contenitori, ma sono in grado di fornire preziosi contenuti. Ne è convinto Piergiorgio Mangialardi, presidente di Allegroitalia Hotel & Condo: “Abbiamo avviato il progetto Room for art: offriamo stanze gratis agli artisti che realizzeranno un’opera da noi. Part-nership con Armani, Maserati, Superga, Bobino e Calvisius  ci hanno consentito di mettere in primo piano il design made in Italy. Ritengo inoltre che la legge del 23 marzo sui condhotel possa aprire le porte agli albergatori per nuovi business, promozione del territorio e opere di riqualificazione”. Hotel Volver, poi, ha dato vita al primo forum itinerante dedicato alla riqualificazione alberghiera. “Con il format Hotel Rewind vogliamo focalizzarci sul tema dell’ecosostenibiltà – commenta il marketing director Vincent Spaccapeli – e presto verrà avviato un progetto analogo declinato sulla filiera agroalimentare nel settore alberghiero. Il Magna Pars Savona 18 Suites da ex stabilimento di produzione di profumi è stato trasformato in un albergo dove la natura è protagonista. A breve verranno avviati i lavori di ristrutturazione del blocco industriale dove troverà spazio un grande giardino pensile sul quale affacceranno le terrazze delle nuove camere”.
Tre anni fa a Milano c’era un solo ostello, oggi sono 27. A intercettare questa nuova tendenza del mercato è stato ZzzleepandGo che, dopo i capsule hotel in aeroporto, sta realizzando un nuovo tipo di progetto. “Ci siamo concentrati sugli ostelli – spiega il co-founder Nicolas Montonati – che vedono nelle aree comuni il vero cuore pulsante della struttura grazie a un social network da noi ideato per mettere in contatto gli ospiti. La scelta della prima città è ricaduta su Milano, in una struttura di 1000 mq per 110 clienti, poi arriverà a Torino e Firenze con ostelli di 2500 mq per 250 ospiti”.
Il tema della riqualificazione tocca anche i boutique hotel, è il caso dell’Hotel Senato nel cuore di Milano. “Si trattava di una storica residenza di famiglia che abbiamo trasformato in una struttura di lusso scelta per l’80% da clientela straniera  – afferma il direttore Alessandro Dandrea  -. Il recupero dei dettagli d’epoca oggi incontra scelte di design: la grande corte d’acqua interna è stata concepita per richiamare il Naviglio che scorreva qui vicino, ma soprattutto la milanesità che vogliamo sempre conservare”.           

Tags: , , , , ,

Potrebbe interessarti