Progettazione partecipata per Fvg

Una "progettazione partecipata" per il Piano strategico 2014-2018 tra regione, operatori e associazioni di categoria è la scelta del Friuli Venezia Giulia. “Hanno lavorato con noi 270 operatori, abbiamo condiviso il tutto con altri 50, per poi arrivare ad un totale di circa mille persone, comprese le associazioni di categoria, per ragionare sulla strategia da portare avanti”, spiega Bruno Bertero, direttore marketing PromoTurismoFvg.
La linea guida? E’ la segmentazione dell'offerta, non solo mare, quindi, con le più che consolidate Lignano Sabbiadoro e Grado, ma anche montagna, bike, “un segmento che è cresciuto molto – dichiara il manager -, grazie anche all'Alpe Adria Trail, un percorso transfrontaliero in 43 tappe per 700km che tocca Austria, Italia e Slovenia. E' un brand che si posiziona su mercati che non abbiamo mai avuto”.
Arte, cultura in città, natura, poli sciistici, montagna estiva, sport, 140 chilometri di costa, enogastronomia, con la Strada del vino e dei sapori. I bacini storici sono quelli di Germania e Austria, che si confermano forti sul fronte della domanda. “Abbiamo lavorato bene anche sui mercati dell'Est, inoltre, notiamo una buona ripresa da quello russo. Abbiamo aperto anche quello americano, avendo forti referenze per il mondo del vino”. In tutto ciò si conferma il peso della domanda domestica, “che è molto importante, in particolare da regioni quali Piemonte, Lombardia e Emilia Romagna”.
Numeri alla mano, in 4 anni c’è stato un aumento di 1 mln e 350mila presenze, per oltre 10 mln nel 2018, con un ritmo di crescita del 5,2/5,3% annuo.

Buono
il trend estivo

Il trend di prenotazione per l’estate è decisamente buono, non ci sono rallentamenti rispetto al 2017. “Su alcuni segmenti siamo aumentati. Per esempio i villaggi vacanza e i campeggi sono cresciuti maggiormente. Sul fronte dei target sono in aumento le coppie senza figli, pertanto gli operatori vi pongono attenzione”, sottolinea il manager.
La nuova chiave di lettura è la “narrazione fatta dal territorio, con gli ambassador che sono gli stessi residenti (alcuni sono anche operatori)”. Con 200 candidature perfezionate e 80 volontari attivi, che hanno prodotto 350 contenuti. “Abbiamo realizzato un progetto di alfabetizzazione digitale, per scrivere in ottica seo, con un corso di foto e video”. In linea con le tendenze attuali che vedono sempre di più ridurre la durata da 60 secondi a 20 fino ad arrivare a 8 secondi di narrazione.

Formazione
asset strategico

Un altro ambito di investimento sono i punti di informazione turistica diretta (17) all’interno della regione. Nel 2017 gli infopoint di PromoTurismoFvg hanno contato 253.223 presenze fisiche, con punte record ad agosto e con il maggior numero di ingressi ad Aquileia. Altro asset del piano strategico è la formazione, lo scorso anno sono state fatte più di 650 ore di formazione con gli operatori, toccando diversi temi, dai social media al pricing al revenue management, ma anche sulle tecniche di distribuzione del prodotto.             

Tags: , ,

Potrebbe interessarti