Impennata di vendite per l’Egitto

La premiazione del concorso “Vinci l’Egitto”, promosso dall’Ente del Turismo Egiziano e dalla società sportiva As Roma, si è tenuta ieri sera nella capitale nella storica cornice dell’Accademia d’Egitto ed è stato proprio il calciatore di origini egiziane Stephan El Shaarawy a consegnare ai fortunati vincitori del concorso 6 pacchetti di viaggio nella Terra dei Faraoni, con focus su 3 destinazioni (Sharm El Sheikh, Marsa Alam e Crociera sul Nilo), messi in palio dagli operatori partner Veratour, Tui, Francorosso, Eden Village, Karisma Travelnet, Turisanda, Egyptair ed Air Cairo.

Un’iniziativa per celebrare la ripresa della destinazione ed incentivarla, dove è emersa in modo chiaro la sinergia di spinte messe in atto dal settore per tornare ai grandi numeri. “Ci sono belle notizie – secondo l’ambasciatore egiziano in Italia Hisham Badr, intervenuto all’evento – con un 2017 che ha visto 255mila presenze dall’Italia e la speranza di registrarne 400mila quest’anno”. I primi mesi del 2018 mostrano segnali già molto incoraggianti: “L’incremento sui primi due mesi dell’anno è stato del 50% – ha detto il direttore dell’Ente del Turismo Egiziano in Italia Emad Abdalla – e le associazioni di categoria ora ci stanno comunicando crescite del 100% sul picco stagionale”.

“L’ultimo mese e mezzo ha visto davvero un’impennata di vendite, sia sul Mar Rosso che sulle crociere – il commento di Fulvio Caccialupi, promotore Eden Viaggi -; c’è un atteggiamento diverso ora da parte della clientela e per questa ragione stiamo aumentando le proposte – ha detto -; da giugno riapriremo a Marsa Matrouh il Caesar Bay, con un volo anche da Roma, ed amplieremo anche l’offerta Margò con il Carols. Un nuovo volo, sempre da Roma e di giovedì, è previsto anche su Sharm El Sheikh”.

Quirino Falessi, direttore commerciale Tui Italia, è dello stesso parere e ha spiegato: “La ripresa è tangibile da tempo, soprattutto su Marsa Alam, ma ora anche Sharm vede un aumento della richiesta e il sentore è buono anche sull’Egitto Classico”,  un trend confermato anche da Luca Manchi, Karisma Travelnet, che sull’Egitto classico struttura tutta la sua programmazione e dice che “il tailor made torna ad essere richiesto ed oltre alle crociere stiamo vendendo numerose Nile Road Cruises, nostra esclusiva, e alcune proposte di cammini religiosi. La pagina che abbiamo da poco aperto su Facebook, dedicata proprio all’Egitto, con post, foto e commenti dei clienti in viaggio, ci sta aiutando a dare un buon risalto alla destinazione e a stimolare l’interesse dei viaggiatori”.

“Il trend di vendita sull’Egitto nel 2018 ci ha letteralmente sorpreso positivamente – commenta Massimo Broccoli, direttore commerciale Veratour -. Avevamo costruito un budget di crescita importante ma, rispetto al trend di vendita, si è dimostrato assolutamente cautelativo in quanto ad oggi abbiamo già superato l’obiettivo previsto per tutto il 2018. Oltre a Marsa al Alam, che è stata la prima destinazione a dare segnali forti di ripresa, sono sorprendenti i risultati sia a Marsa Matrouh con trend di vendita che sfiorano il 400% e a Sharm El Sheikh dove siamo vicini ad una crescita del 300%. Con trend di questo tipo, potremo presto tornare a volumi di vendita verso la destinazione molto significativi”. a.te.

 

 

 

Tags: , , , , ,

Potrebbe interessarti