Svetta la Sicilia nelle destinazioni più ricercate su eDreams Odigeo

La Sicilia si aggiudica la vetta della classifica delle destinazioni preferite dagli italiani questa estate. Lo afferma l’osservatorio eDreams Odigeo, indicando come prima meta in assoluto per l’estate 2018 Palermo, con Catania al secondo posto. A seguire, la prima città internazionale, New York, che stuzzica l’appetito dei viaggiatori italiani e si posiziona al terzo posto, davanti ai paradisi della Sardegna. Cresciuta del 122% quest’anno, la metropoli per antonomasia supera Londra e Parigi, ma anche mostri sacri della movida estiva come Barcellona.

La quarta e quinta posizione sono occupate da Olbia e Cagliari, che superano la Isla Bonita, Ibiza. Rispetto ai trend del 2017, resiste Lamezia Terme, segno tangibile di un rinascimento turistico che quest’anno bacia la Calabria, anche a detta della stampa internazionale. Si osserva invece una differenza riguardo i visitatori attirati dal Salento: se l’anno scorso infatti questa zona, con l’aeroporto di Brindisi, occupava la decima posizione, oggi esce dalla top ten, scivolando alla tredicesima.

Secondo eDreams Odigeo gli italiani in partenza nei mesi estivi saranno di più rispetto all’anno scorso (+13%). Il 32% ha prenotato soggiorni che superano la settimana, a differenza di quanto avveniva nel 2017, anno in cui la maggior parte di noi ha prenotato per un periodo da 1 a 6 giorni.

Altra sorpresa dei trend dell’estate 2018, poi, sono le destinazioni in ascesa. Il fascino dell’Oriente, delle atmosfere da mille e una notte e del deserto scavalca le cariatidi e i templi della Magna Grecia: Sharm El Sheikh cresce infatti di ben sei volte rispetto all’anno scorso, guidando questa classifica, seguita da New York e da Casablanca (+113%).

Chi ama viaggiare e andare lontano, ma con un occhio al portafoglio, ha intercettato il margine di risparmio maggiore scegliendo Miami (-22%, con un risparmio di 147 euro rispetto al 2017), Los Angeles (-15%, 104 euro), e New York (-15%, 85 euro), ma si dimostrano vantaggiose anche Skiathos (-15%, 36 euro) e Santorini (-12%, 33 euro).

Tags:

Potrebbe interessarti