Sicilia top seller

Sicilia (insieme alla Sardegna) in testa alle preferenze degli italiani per l’estate: lo conferma un’indagine di  momondo.it, dalla quale emerge che sono le mete balneari del Sud  Italia a conquistare il cuore dei viaggiatori del Belpaese. Il  motore di ricerca ha realizzato un’indagine in 26  Paesi, inclusa l’Italia, e ha analizzato i propri dati. ”Sappiamo che il 52% degli intervistati nel mondo aspira a vacanze al mare quest’anno, ma la percentuale sale decisamente quando si  considerano le sole risposte degli italiani – ha dichiarato Clizia  L’Abbate, head of markets per momondo.it -. Il 71% dei viaggiatori  tricolore, infatti, aspetta l’estate per raggiungere le spiagge, la  maggior parte per una vacanza di una settimana. Per questo non sorprende vedere la Sicilia e la Sardegna spartirsi la vetta della classifica delle destinazioni più popolari per la prossima estate,  rispettivamente con tre – Catania, Palermo e Lampedusa – e due città – Cagliari e Olbia – nella top 5”. Le destinazioni siciliane sono anche le più economiche della top 5: infatti, un volo di andata e ritorno per Catania costa in media 114 euro, mentre per Palermo 116 euro. Per quanto riguarda il periodo di viaggio, la prima settimana di agosto risulta la più ambita: nella settimana del 4 agosto si concentra, infatti, il maggior numero di ricerche di voli verso Catania.
Ma la regione è anche attiva sul piano dei fondi: ha infatti stanziato 37 milioni di euro per le piccole e medie imprese del settore turistico, attraverso un nuovo bando, che prevede la concessione di contributi a fondo perduto a sostegno della realizzazione di processi di aggregazione tra le imprese siciliane nella costruzione di un prodotto integrato nelle destinazioni turistiche. I destinatari del bando sono reti di imprese formate da almeno tre micro, piccole o medie imprese già costituite e in attività in Sicilia, e i focus sono l’organizzazione di prodotti e pacchetti turistici, l’adeguamento dei sistemi informativi e dei relativi servizi, le azioni di web marketing, web reputation ed e-commerce, la predisposizione di materiale multimediale e la realizzazione di iniziative di ospitalità ed educational tour. Tra i mercati sotto tiro quello cinese, che per le proprie vacanze punta ai siti Unesco: tra questi vi è la Valle dei Templi di Agrigento.  Di recente so-no stati lanciati due progetti pilota che coinvolgono la Valle dei Templi e la Villa Romana del Casale di Piazza Armerina. Ultimamente i due siti hanno ricevuto la certificazione “Welcome Chinese”, attraverso la quale saranno attrezzati dei requisiti adeguati per il turismo cinese, rispondendo alle esigenze e aspettative attraverso guide professionali e servizi adeguati.                             

Tags: ,

Potrebbe interessarti