Un format che non va in crisi

Qual è la concezione di villaggio che ha il mercato? Non è sempre la medesima, visto che il tipo di richiesta che si sente rivolgere chi è seduto in agenzia di viaggi dall’altra parte del bancone assume forme diverse che, in qualche caso, vanno interpretate. Certo, c’è il villaggio puro, ma anche le strutture a brand unificato, ci sono gli hotel con animazione. Un dato di fatto è che, se si parla di villaggio vacanza allo stato puro, c’è un format standard condiviso al quale attenersi.
E’ un villaggio se c’è l’animazione, se è più di un albergo, ha un brand unico per identificare il format ed ha la formula all inclusive. E’ una forma di vacanza che ha subito evoluzioni e ancora ne subirà, soprattutto in termini di servizi. La partita si gioca su questo terreno. Resta salda la posizione che ricopre nelle scelte di viaggio del consumatore e probabilmente nemmeno una vicenda, quale quella che ha visto protagonista Valtur, può andare ad inclinare il suo appeal. Dal fronte della distribuzione organizzata il pensiero è che la debacle del noto marchio non metterà in discussione la validità del format villaggio. Non è letto come un problema di prodotto o di modello di business, ma di investimenti di capitali.

Quella del 2018 sarà un’estate senza Valtur, ma con parte delle sue strutture ridistribuite sul mercato, tra più operatori. Qualche proprietario ha, invece, deciso di gestire in proprio la struttura. Dei villaggi  ex Valtur, Eden Travel Group sta commercializzando con contratto di allotment, non in esclusiva, il Garden Resort Calabria di Pizzo Calabro che ha aperto il 31 maggio scorso. La struttura è commercializzata anche da Nicolaus. Da metà aprile, invece, il Garden Toscana Resort è rientrato nelle disponibilità della proprietà che darà vita a un nuovo corso, con una nuova gestione e un piano di sviluppo pluriennale. Il resort si presenta al mercato come Life Resort Garden Toscana, nome frutto della collaborazione con il brand Life Resorts. La struttura sarà distribuita in Italia e all'estero attraverso una selezione di partner. Tra questi c’è Nicolaus che la commercializza, non in esclusiva. Il t.o. ha un contratto pluriennale di collaborazione. La gestione alberghiera dei tre storici villaggi turistici ex Valtur di Ostuni, Pila e Marilleva è stata affidata, dal Gruppo Cdp, alla società Hotelturist, attiva sul mercato nazionale con il marchio TH Resorts.
In particolare il Th Ostuni – Marina Village ha aperto le vendite per la stagione estiva il 26 aprile scorso, il villaggio ha aperto il 3 giugno. Inoltre, Italia Turismo ha affidato a TH Resorts la gestione dello storico villaggio di Simeri Crichi, in Calabria. L’intesa raggiunta permetterà l’apertura già dalla stagione estiva 2018 del villaggio.
Il Gruppo Alpitour si occuperà della gestione del Tanka Village attraverso la società alberghiera VOIhotels.      

Tags: , , , , , , ,

Potrebbe interessarti