Gubitosi: “Alitalia sta bene, ma non è guarita”
Parte dalla puntualità, Luigi Gubitosi, uno dei tre commissari Alitalia che ha partecipato all'evento per i 20 anni di Enac, sottolineando che a maggio è stata la prima compagnia al mondo per puntualità e che per raggiungere quell'obiettivo occorre che tutto funzioni, non solo in volo ma anche a terra. Guarda al futuro, anticipando che l'11 giugno sarà inaugurata a Fiumicino una grande vip lounge e che il monitoraggio finanziario è stato ben gestito e regolato.
 
“Stiamo proseguendo sulla via del miglioramento dei servizi – ha rimarcato Gubitosi -. Dopo Fiumicino saranno ristrutturate le salette di New York e di Malpensa. Il servizio al cliente, ma non solo quello business sarà migliorato anche a bordo. Catering e intrattenimento saranno rinnovati. Dal prossimo gennaio riporteremo a casa il programma MilleMiglia, dopo l'amichevole separazione da Etihad. E sarà ripristinata la Scuola di Volo Alitalia. Non è una novità che abbiamo i migliori piloti al mondo. Proseguiremo in quella che è stata in passato una delle nostre eccellenze tecniche che da sempre contraddistingue la nostra flotta, in previsione dell'incremento della flotta”.
 
Gubitosi ha ricordato i dati di crescita della compagnia nei primi mesi. “Nel primo trimestre c'è stato un +6% e sul lungo raggio un +7%. La crescita del long haul è quella più significativa per una compagnia aerea. Inoltre, stiamo lavorando sulle carte d'imbarco totalmente digitali che abbrevieranno ancora di più i tempi d'imbarco. Sull'incremento flotta, indispensabile per crescere, stiamo valutando la scelta che sarà in qualche modo definitiva". a.to.
 
 
 
 
Tags: ,

Potrebbe interessarti