Identity Plus gioca la carta dell’educational esperienziale

Identity Plus investe nella formazione sul campo per far sì che gli agenti possano testare in prima persona gli itinerari che propone. Da qui un ulteriore appuntamento nella serie di viaggi educational organizzati dall'operatore milanese, Emirati Arabi e Oman.

“L’educational è stato molto apprezzato dagli agenti, e io stesso, viaggiando con loro, ho potuto trasmettere un po’ dell’amore che ho per questi Paesi e accertarmi che venissero forniti, dai partner in loco, contenuti e informazioni dettagliati sull’itinerario – afferma Daniele Luigi Laurendi, a.d. di Identity Plus –. Anche la scelta del periodo non è stata casuale. Siamo in pieno Ramadan, tempo di riflessione e preghiera, ed è importante essere discreti e attenti. Ciò non preclude tuttavia, adottando un comportamento rispettoso e amichevole, la possibilità di vivere un’esperienza autentica ed interagire con la popolazione locale”.

I commenti delle adv

L’educational è stato organizzato in partnership con Oman Air e gli agenti di viaggi, provenienti dal Centro e Nord Italia e selezionati per l’interesse dimostrato ad iniziare una nuova collaborazione con l’operatore milanese, hanno tutti riportato commenti positivi sull’esperienza.

“Organizzazione impeccabile, guide locali professionali e attente: un viaggio ricco di spunti da proporre a clienti di diverse fasce di spesa e con interessi disparati”, commenta Eleonora Maggiori, dell’agenzia Elff Viaggi di Roma.

“Lo sfarzo e la modernità di Dubai e Abu Dhabi mi hanno colpito, ma la natura e i colori dell’Oman mi hanno conquistato… – continua Elena Cuomo, dell’agenzia Ayala Viaggi di Curno (BG) –. La cucina è stata una vera e propria scoperta, ovunque abbiamo gustato piatti squisiti”.

Un altro agente di Roma, Eleonora Locuratolo dell’agenzia Cose dell’AltroMondo, è rimasta colpita dall’attenzione al concetto di esperienza: “Abbiamo viaggiato e non solo visto. E la possibilità di visitare questi Paesi durante il Ramadan e vivere la quotidianità insieme ai locali, è stato poi un viaggio nel viaggio”. 

Tags:

Potrebbe interessarti