Royal Caribbean punta al lusso con il 66,7% di Silversea

Royal Caribbean Cruises Ltd  ha annunciato oggi che ha intenzione di acquistare una quota del 66,7% in Silversea Cruises per circa 1 miliardo di dollari. L'obiettivo, come ha riportato l'agenzia di stampa Reuters, è di aggiungere un marchio premium di lusso al suo portafoglio. Compreso il debito, l'accordo è valutato sui 2 miliardi. Royal Caribbean ha detto che prevede di finanziare l'acquisto tramite il debito.
 

Lo studio Orsingher Ortu Avvocati Associati, con un team composto dai partner Pierfrancesco Giustiniani e Manfredi Leanza e dall’associate Federico Roviglio, ha affiancato Skadden, Arps, Slate, Meagher & Flom LLP nell’assistenza a Royal Caribbean Cruises nell’acquisizione della partecipazione.

 
Silversea Cruises, guidata da Manfredi Lefebvre d'Ovidio, è una compagnia privata di crociere di lusso fondata nel 1994, con nove navi. Naviga verso destinazioni come l'Antartide, l'Artico e la Groenlandia. Si parla di viaggi venduti per oltre 5.000 dollari a persona. Al contrario, le crociere più costose gestite da Royal Caribbean con il marchio Azamara Club Cruises hanno un valore di circa 3.000 dollari. "Le crociere ultraluxury e expedition mancano nel nostro portafoglio oggi", ha dichiarato Richard Fain, amministratore delegato di Royal Caribbean, in una conference call con Reuters. "Si tratta di prodotti in forte crescita e richiesti soprattutto dai nostri clienti high spender".
 
Il valore delle azioni dell'operatore americano è aumentato di quasi il 4% nelle prime fasi di negoziazione e la società ha mantenuto le previsioni sugli utili per l'intero anno nonostante i prezzi del carburante più elevati e un dollaro più forte. Nel deal è anche previsto l'acquisto da parte di Lefebvre di circa 472.000 azioni Royal Caribbean, pagabili alla società con sede a Miami sulla base di determinati parametri di performance del 2019-2020. Questo si traduce in circa 51 milioni di dollari, in base al prezzo di chiusura di Royal Caribbean di mercoledì, fa sapere la Reuters.
 Stando a quanto dichiarato dalla compagnia di Miami, la transazione non dovrebbe influenzare materialmente il suo utile per azione, rettificato nel breve periodo.

 

 

 

 

 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti