Visit Usa Italy lancia l’American Day

Con Aer Lingus, Boscolo, il Bradley international airport, Choose Chicago, l'agenzia di marketing Hubsolute, la compagnia aerea Lot e Meet Minneapolis l'associazione Visit Usa Italy arriva a riunire 98 soci. "Mi preme sottolineare la sempre più cospicua presenza del settore del trasporto aereo che 'fa il tema' dei viaggi verso gli Stati Uniti", argomenta la presidente Olga Mazzoni durante l'assemblea di metà anno, ieri a Milano. Le categorie più rappresentate sono i tour operator con 31 aziende, i vettori aerei con 11 gruppi e le destinazioni con 17 enti del turismo a stelle e strisce.

Il primo semestre 2018 di Visit Usa Italy si chiude con un conto economico in ordine e i progetti per l'autunno, già in cantiere tra un nuovo format di incontri tra domanda e offerta e viaggi per gli Usa Ambassador, gli agenti di viaggi specialisti. "Abbiamo creato un nuovo marchio – annuncia Mazzoni -: American Day by Visit Usa Italy e realizzeremo il primo appuntamento il 22 settembre a Reggio Emilia, cui hanno aderito 22 soci". Si tratta di un "evento divulgativo rivolto alle agenzie di viaggio, che non vogliamo chiamare workshop", della durata di una giornata. Si replicherà a Molfetta (Bari) il 19 gennaio, al Puglia Outlet Village, una delle cinque cittadelle dello shopping di Land of Fashion che attraverso Hubsolute ha siglato una partnership con l'associazione.

"Organizzeremo ancora viaggi educational con gli Usa Ambassador – continua la presidente -, abbiamo già il supporto di American Airlines e stiamo attendendo le risposte di altre 4 compagnie, dopodiché sceglieremo i periodi di realizzazione nei primi mesi del 2019".

Quanto al calendario-fiere b2b, Visit Usa Italy conferma Rimini, Bit e Showcase Usa Italy a Bergamo dal 2 al 5 marzo 2019. Per la promozione b2c è altresì confermata la partecipazione agli eventi dell'associazione culturale A-Z Blues, a Novellara in luglio e a Cerea in ottobre. p.ba.

Nella foto Robert Peaslee, console commerciale americano a Milano che termina il mandato e consegna a Olga Mazzoni un attestato di riconoscimento per le attività svolte a favore degli Stati Uniti

 

Tags:

Potrebbe interessarti