Aniasa: il noleggio è in buona salute

“L’associazione sta lavorando per aiutare lo sviluppo del nostro Paese in un mercato che cresce e che ha sfide importanti da portare avanti. Tra questi il cambio di cultura dalla proprietà all’uso”. Così il presidente di Aniasa, Massimiliano Archiapatti presentando i dati relativi al 17° rapporto dell’associazione. 
Oggi la flotta di veicoli a noleggio o in sharing sulle strade italiane ha raggiunto quota quasi un milione: oltre 790mila persone utilizzano i servizi del noleggio a lungo termine, 94mila quelli del breve termine e oltre 19mila il car sharing.
Il settore del noleggio gode di buona salute: nel 2017 ha registrato un aumento di fatturato del 7,7%, oltrepassando i 6 miliardi di euro, con una flotta che si è avvicinata a quota 1 milione di veicoli e un volume di immatricolazioni che ha raggiunto l’incidenza del 22% sul mercato nazionale.     
Trend positivo anche per il primo trimestre, che ha visto un aumento del 16% del giro d’affari, una flotta salita a 936mila unità e il nuovo boom delle immatricolazioni, balzate da 154mila a 172mila unità.

Nel dettaglio il fatturato del noleggio a breve termine è stato di 1,2 mld di euro per una flotta di 120mila veicoli, quella del lungo termine 4,9 mld di euro per 734mila veicoli. Il car sharing ha visto nel 2017 1.310.000 iscrizioni, con una flotta di 6.600 veicoli e 7,3 mln di noleggi. Per quest’ultimo segmento Milano e Roma la fanno da padrone, con la Capitale che però incalza sempre più il capoluogo lombardo. Torino e Firenze le altre città importanti. Car sharing che da servizio tattico è diventato servizio regolare. C’è bisogno, però, di regole chiare e comuni. Esso va introdotto nel codice della strada e c’è necessità di parcheggi dedicati, ne basterebbero un centinaio nelle grandi città, ha fatto presente Giuseppe Macchia, della sezione car sharing.
Tra gli altri highlight emersi, il boom del noleggio a lungo termine tra i privati: questo il risultato dell’indagine condotta da Aniasa e Bain & Company. Oggi sono già 300mila gli automobilisti che hanno abbandonato la vettura di proprietà per affidarsi alla formula del noleggio tutto incluso a fronte di un costo fisso. Un italiano su quattro conosce la formula del noleggio a lungo termine e il 40% si dichiara pronto a sperimentarlo. 

Ma quali sono le aspettative generali per il 2018? Un ulteriore balzo in avanti sia per le immatricolazioni sia per la flotta, rispettivamente con +10% e un +18%. 
Tra le attività portate avanti dall’associazione, la richiesta di proroga per il superammortamento, la necessità di rivedere il Codice della Strada. Con l’Autorità per la Privacy “abbiamo ottenuto – aggiunge Archiapatti – l’ok al database anti-frode. Aniasa è inoltre convinta che nei programmi di chi governa sia importante il tema della detrazione”.

Buone secondo l’associazione, le prime indicazioni su car sharing e sostenibilità ambientale evidenziate nel contratto di Governo, fornendo piena disponibilità al confronto. “Abbiamo percepito da parte del nuovo Governo, e soprattutto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, del ministro dello Sviluppo Economico, del Lavoro e delle Politiche Sociali Luigi Di Maio e del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli un nuovo approccio e una nuova sensibilità nei confronti dei temi della sharing mobility e della necessità di rendere finalmente meno inquinante e più sicuro il nostro parco circolante – ha commentato Archiapatti -. Come protagonisti della mobilità condivisa e sostenibile e della sicurezza sulle nostre strade, grazie a un parco composto esclusivamente da veicoli di ultima generazione, siamo pronti a fornire tutto il nostro supporto su questi e su altri temi strategici per ridisegnare la mobilità cittadina, aziendale e turistica del nostro Paese”.   

 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti