Msc Seaview, pronta la nave dei record

Con un’estate 2018 praticamente sold out e previsioni altrettanto rosee per quella dell’anno prossimo, non stupiscono gli 800 milioni di euro d’investimento di Msc Crociere per la realizzazione di Seaview (la 15° nave della flotta). “Giocare d’anticipo è l’elemento del nostro successo, stiamo già stra-vendendo l’estate 2019, anche perché per quella 2018 è rimasto solo un 5% di prodotto ancora disponibile. Non vogliamo essere identificati solamente come crociere, ma come vacanze e tempo libero dal momento che abbiamo a scaffale un’ampia gamma di prodotti che vanno dal breve al medio fino al lungo raggio, partenze tutto l’anno, itinerari in tutto il mondo e crociere che vanno dai 2 fino ai 118 giorni”. Il piano di sviluppo da 10,5 miliardi prevede la realizzazione di 12 navi entro il 2026, mentre il 2019 vedrà l’inaugurazione della Ocean Cay Msc Marine Reserve, la prima isola privata della compagnia nel Mar dei Caraibi che cambierà gli itinerari. “Nel settore dei viaggi intermediati, nel 2003 le crociere valevano il 4% del mercato – prosegue Massa – oggi invece rappresentano il 16%. Crediamo molto nelle adv che investono sui social e sulla formazione, d’altra parte per il nostro settore il 92% delle prenotazioni avviene proprio in agenzia: la consulenza e il rapporto interpersonale costituiscono un valore aggiunto nell’approccio con il cliente. Abbiamo chiuso il 2017 con 2 milioni di passeggeri, +16% sul 2016, e prevediamo di arrivare a 5 milioni nel 2026 cercando di offrire sempre maggiori esperienze che rappresentano il nostro trend d’investimento. Abbiamo calcolato che Msc rappresenterà il 25% di tutta la crescita mondiale in ambito crocieristico da qui al 2026”. Attraccata per un intero fine settimana al Porto di Genova, la Seaview è stata protagonista di una spettacolare cerimonia di varo di impatto mediatico mondiale. “In nome di Dio, madrina taglia!” così il capitano Pier Paolo Scala, ha invitato la madrina Sophia Loren a tagliare il nastro. La bottiglia va in frantumi, sotto ai migliori auspici, e l’indomani la nave è già pronta a imbarcare fino a 5000 passeggeri per iniziare la navigazione nel Mediterraneo, nei mesi invernali poi solcherà i mari del Brasile.
Un serata di gala alla quale hanno preso parte istituzioni e star come Michelle Hunziker, Zucchero Fornaciari, Lorella Cuccarini, il Piccolo Coro Dell'Antoniano, Matteo Bocelli e Geppi Cucciari (ambasciatrice Unicef, realtà alla quale Msc ha contribuito con donazioni pari a 8 milioni di euro). Non potevano mancare gli agenti di viaggio, 1400 quelli imbarcati nell’arco dei tre giorni, l’armatore Gianluigi Aponte e l’executive chairman Pierfrancesco Vago che afferma: “Abbiamo avuto in visita sulla Seaview anche la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, a testimonianza di quanto stiamo realizzando da un punto di vista economico ed occupazionale. Con 30 miliardi di fatturato, il gruppo Msc in Italia ha un impatto economico di 10 miliardi di euro, con 10mila dipendenti e altri 15mila lavoratori indiretti con la previ- sione di assumere altri 36mila dipendenti nei prossimi anni, nella cantieristica italiana investiremo 3.4 miliardi di euro nella fino al 2023. Ci sono ricadute anche sull’economia locale: ogni crocierista spende almeno 100 euro in ogni località toccata, nel 2018 movimenteremo 3 milioni di pax e il 50% di essi entro due anni tornerà in Italia”. Con questa nuova nave, e con la gemella Seaside inaugurata lo scorso dicembre, Msc ha aumentato la capienza passeggeri di 10.000 posti.       

 

Tutti i numeri di Msc Seaview 
3.000 tonnellate di stazza 
323 metri di lunghezza
41 metri di larghezza 
572 metri di altezza
10.000 operai impiegati
800 milioni di investimento
5.500 ospiti
2.066 cabine
1.440 membri di equipaggi
934 posti all’Odeon theatre
650 mq di area giochi 
870 mq di palestra
88 suite
40 metri di passerella in vetro
105 metri di zip-line
160 metri di scivoli
 

    

Tags: ,

Potrebbe interessarti