Il premier Rama: “Il turismo priorità per l’Albania”

Nel 2004 è stato votato e premiato come il miglior sindaco del mondo. Oggi Edi Rama ha fatto carriera e, come primo ministro dell'Albania, sta riportando su scala nazionale le sue scelte metropolitane, coraggiose e di buon senso. Un esempio su tutti è Valona, una delle capitali del turismo del Paese.

“Il turismo – dichiara a Guida Viaggi – è una delle nostre priorità. Sta crescendo molto, per noi è una sfida”. Il primo ministro elenca provvedimenti, progetti, azioni concrete. “Favoriamo gli investimenti in nuovi alberghi. Abbiamo approvato una legge per incentivare la realizzazione di strutture a 4 e 5 stelle, di cui la nostra offerta è ancora carente, siamo intervenuti anche con nuove norme per favorire l'agriturismo, che ha un grande potenziale e che è un settore da sviluppare”.

Tema importante è quello delle infrastrutture. Se strade e autostrade sono moderne e ben tenute, l'ingresso nel Paese oggi è legato praticamente a un unico aeroporto, quello di Tirana. “Stiamo dedicando molte energie per la realizzazione di tre nuovi scali”, assicura Rama.

Un capitolo a sé sono anche le grandi navi, che già sostano presso la costa albanese, e per le quali si sta progettando un nuovo terminal che servirà anche i traghetti.

Nel 2017 i turisti stranieri in Albania sono stati 5 milioni, nel 2018 è attesa una crescita “almeno del 15%”, dice il primo ministro. Il modello principale è quello del turismo familiare “perchè ci mancano i 4 e 5 stelle, per i quali si stanno attivando investitori nazionali e stranieri, anche statunitensi”.         

E' di quest'anno invece il lancio, da parte di Alpitour, del portale Albania Travel, tour operator specializzato, che è stato affidato alle cure di Eliana Bertozzi. ll gruppo italiano sta anche ultimando le trattative per acquisire in gestione per i prossimi 15 anni un nuovo resort a 4 stelle da 200 camere che sarà realizzato nel Sud del Paese, in una delle zone più belle della costa. p.s.

Per un approfondimento dell'argomento rimandiamo all'intervista pubblicata sul numero 1553 di Guida Viaggi in distribuzione oggi.                

Tags: , ,

Potrebbe interessarti

Il premier Rama: “Il turismo priorità per l’Albania”

Quand'era sindaco di Tirana, agli inizi degli anni Duemila, ha ripulito la città, l'ha resa vivibile, ha ravvivato il colore dei palazzi e riordinato gli spazi urbani. Nel 2004 è stato votato e premiato come il miglior sindaco del mondo. Oggi Edi Rama ha fatto carriera e, come primo ministro dell'Albania, sta riportando su scala nazionale le sue scelte metropolitane, coraggiose e di buon senso. Un esempio su tutti è Valona, una delle capitali del turismo del Paese, dove la vista del mare risultava coperta da una cortina di costruzioni, abusive e non. Il governo, prese le ruspe, ha demolito tutto, facendo nascere un lungomare come non c'era mai stato, ampio e luminoso, scandito da un lungo filare di palme. “Il turismo – dichiara Rama a Guida Viaggi – è una delle nostre priorità. Sta crescendo molto, per noi è una sfida”. Ed elenca provvedimenti, progetti, azioni concrete. “Favoriamo gli investimenti in nuovi alberghi. Abbiamo approvato una legge per incentivare la realizzazione di strutture a 4 e 5 stelle, di cui la nostra offerta è ancora carente. Ma siamo intervenuti anche con nuove norme per favorire l'agriturismo, che ha un grande potenziale e che è un settore da sviluppare”.

Tema importante è quello delle infrastrutture. Se strade e autostrade sono moderne e ben tenute, l'ingresso nel Pae-se oggi è legato praticamente a un unico aeroporto, quello di Tirana. “Stiamo dedicando molte energie per la realizzazione di tre nuovi scali” assicura Rama, che fa il punto: “A Valona il nuovo aeroporto, per il quale è stata scelta l'impresa che ha costruito quello di Istambul, sarà aperto in settembre. Nell'autunno di quest'anno seguirà il rilancio dello scalo del Nord Est, a Kukes, che sarà dedicato alle compagnie low cost. A Saranda siamo ancora alle fasi preliminari, contiamo di avviare i lavori all'inizio del 2019 e occorreranno 8-10 me-si per il suo completamento: ne sentiamo molto bisogno perchè aiuterà la domanda in una delle aree più turistiche del Paese”.

Un capitolo a sé sono anche le grandi navi, che già sostano presso la costa albanese, e per le quali si sta progettando un nuovo terminal che servirà anche i traghetti. Nel 2017 i turisti stranieri in Albania sono stati 5 milioni, nel 2018 è attesa una crescita “almeno del 15%” dice il primo ministro. Il modello principale è quello del turismo familiare “perchè ci mancano i 4 e 5 stelle, per i quali si stanno attivando investitori nazionali e stranieri, anche statunitensi”. Il governo si è impegnato anche ad assegnare gratuitamente dei terreni, dopo aver acquisito le necessarie garanzie, e ad accordare agevolazioni fiscali.  Il turismo, con l'energia, è la prima voce del Pil del Paese, e ha contribuito a far calare la disoccupazione, “che oggi è al 12,5% contro il 18% di cinque anni fa”. Lo sviluppo del settore e l'aumento della domanda di servizi, hanno poi indotto il governo a mettere mano alla formazione per il personale a contatto con gli stranieri. L’Albania come Paese di vacanze accogliente e low cost è già stato scoperto, negli ultimi anni, dal Nord Europa, che guida la classifica degli arrivi.                                 '                               

E' di quest'anno invece il lancio, da parte di Alpitour, del portale Albania Travel, vero tour operator specializzato, che è stato affidato alle cure di Eliana Bertozzi. ll gruppo italiano sta anche ultimando le trattative per acquisire in gestione per i prossimi 15 anni un nuovo resort a 4 stelle da 200 camere che sarà realizzato nel Sud del Paese, in una delle zone più belle della costa.                      

Tags: , ,

Potrebbe interessarti