Aeroporto Bologna: atterrato il primo volo diretto proveniente dalla Cina

Dopo oltre 10 ore dal decollo da Shenyang (capoluogo della provincia del Lianoning), è atterrato stamattina alle 8.00 sulla pista del Marconi il primo volo diretto proveniente dalla Cina. Erano 240 i passeggeri a bordo. 

La prima iniziativa che introduce le Due Torri ai turisti cinesi arriva a distanza di nove mesi dalla missione a Pechino e Shanghai dell’Aeroporto Marconi, del Comune di Bologna e di Bologna Welcome. Il volo atterrato oggi dà ufficialmente il via al “Programma Cina” concordato dall’Aeroporto di Bologna con la compagnia aerea Blue Panorama Airlines e il tour operator cinese Phoenix Travel Worldwide, in collaborazione con Welcome Chinese.

I passeggeri del primo volo diretto dalla Cina sono pronti ad esplorare il capoluogo emiliano, l’Italia e l’Europa. Una volta atterrati a Bologna, a ognuno di loro è stato offerto un gadget dal merchandising dedicato a Bologna, oltre a un libretto “Promenade a Bologna” in lingua mandarina.
Il “Programma Cina” proseguirà con l’avvio del collegamento diretto con la città di Taiyuan (capoluogo dello Shanxi), previsto per il prossimo 22 luglio.

Le nuove rotte, operate da Blue Panorama Airlines con aeromobili Boeing 767-300 ER da 267 posti di cui otto business, sono gestite come charter da Phoenix Travel Worldwide, che per i turisti cinesi mette in vendita pacchetti tra l’Italia e l’Europa, con partenza e arrivo a Bologna. Prossimo obiettivo del Marconi sarà quello di attivare anche voli di linea sulle nuove rotte cinesi, in modo da offrire un servizio non solo in incoming per i cinesi che vengono a visitare Bologna e l’Italia, ma anche outgoing per gli italiani che intendono recarsi in Cina per lavoro o turismo. Per fare ciò, è però necessario che i governi italiano e cinese riaprano gli accordi bilaterali in favore di un inserimento di Bologna tra le città autorizzate a ricevere nuovi voli di linea dalla Cina.

Intanto i 240 passeggeri del primo volo diretto saranno impegnati in un tour di due settimane in cui Bologna rappresenta la prima e l’ultima tappa prima di ripartire per la Cina.
Obiettivo di questa prima iniziativa è posizionare Bologna come porta per visitare il continente europeo e accogliere un primo grande gruppo per strutturare l’offerta turistica bolognese dedicata a un pubblico cinese che, grazie ai voli diretti, comincerà a visitare la città con sempre maggiore frequenza. Già in questa prima occasione, Bologna è risultata una destinazione apprezzata da meritare due mezze giornate e una notte in pernottamento, in un tour che prevede oltre 10 tappe in due settimane, toccando città del calibro di Venezia, Roma, Parigi.

Un risultato ottenuto grazie agli sforzi che da tempo Bologna e i suoi operatori turistici dedicano all’apertura della città al mercato cinese: costante presenza alle fiere internazionali anche in Cina, iniziative culturali come la mostra dell’artista Zhang Dali a Palazzo Fava e una serie di facilitazioni e progetti ad hoc dedicati ai visitatori cinesi introdotti dal progetto “Welcome Chinese”, certificazione governativa che permette alle sole strutture riconosciute di entrare nel mercato cinese in modo diretto attraverso il sostegno della China Tourism Academy, ente del ministero del Turismo Cinese.

 

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti