Criand si rafforza su Cuba

L’estate si delinea positiva, grazie ad alcune novità interessanti e di prodotto nella destinazione core business Cuba: nuovi itinerari, nuove case ed iniziative create ad hoc per tutte le tipologie di clientela”. E’ questo il piano di azione di Criand: il t.o. 2 anni fa ha aperto un ufficio di rappresentanza sull’isola caraibica, ed “oggi consolida il servizio, che risulta un vero plus e fa la differenza sulla destinazione", come si legge in una nota dell'operatore. 

"Il nostro cliente ha cambiato abitudini, investendo in qualità ma senza rinunciare a vivere la 'vera Cuba' – spiega il patron Danilo Gorla -. La destinazione offre ancora moltissimo e noi dopo 20 anni riteniamo di poter essere in grado di proporre itinerari mirati, ragionati e soprattutto esclusivi per il viaggiatore curioso ed il turista esigente. Ad affiancare Cuba c’è l’Oceano Indiano, che sta dando interessanti soddisfazioni con in testa le Maldive, dove ci siamo consolidati da 4 anni con una serie di prodotti che spaziano dai 5 stelle alle guest house. E poi il Madagascar, destinazione di forte interesse e puro investimento per Criand con una struttura 'brandizzata' Criand Boutique; Zanzibar, con 3 resort, prodotto sempre ben venduto e che piace molto alla nostra clientela".

Quanto all'immediato futuro, "da novembre avremo la new entry Mauritius con un resort molto conosciuto dalla clientela italiana, dove potremo investire su una programmazione interessante. Torna Cipro Nord dopo un anno di pausa di riflessione: insomma la diversificazione e la razionalizzazione come nuova politica Criand saranno il nostro input per il 2019 con alcune novità interessanti sul fronte Latinoamerica e magari anche nella nostra penisola con operazioni a spot estive". 

Tags: ,

Potrebbe interessarti