Ryanair cancella 250 voli in Germania il 10 agosto

Il sindacato piloti Vereinigung Cockpit (Vc) ha indetto uno sciopero presso gli aeroporti Ryanair in Germania venerdì 10 agosto, costringendo il vettore a cancellare 250 degli oltre 2.400 voli in programma quel giorno. I clienti coinvolti dalle cancellazioni sono stati contattati via mail e sms entro le 15:00 di ieri pomeriggio e informati sulle loro opzioni: riprotezione gratuita sul primo volo disponibile o trasferimento a un volo alternativo.

“Siamo dispiaciuti della decisione di Vc di portare avanti questa inutile azione di sciopero, dato che abbiamo inviato (venerdì 3 agosto) una proposta rivista per il Contratto collettivo di lavoro e abbiamo dichiarato la nostra intenzione a collaborare per raggiungere insieme un accordo – fa presente Kenny Jacobs, chief marketing officer Ryanair -. Abbiamo inoltre invitato Vc a fissare un incontro martedì scorso (7 agosto), ma non abbiamo avuto risposta da parte loro".

La manager fa presente che "i nostri piloti in Germania godono di eccellenti condizioni di lavoro. Sono pagati fino a 190.000 euro p.a. e, oltre ad ulteriori benefici, hanno ricevuto all'inizio di quest'anno un aumento del 20%. I piloti Ryanair guadagnano almeno il 30% in più rispetto a Eurowings e il 20% in più dei piloti di Norwegian. Abbiamo chiesto a Vc di fornirci almeno 7 giorni di preavviso per qualsiasi azione di sciopero pianificata in modo da poter informare preventivamente i nostri clienti in merito ai voli cancellati e offrire loro rotte alternative o rimborsi, ma si sono rifiutati di farlo e hanno invece indetto un inutile sciopero".

Ryanair fa sapere di essere "pronta a continuare questi negoziati (come confermato dalla nostra proposta del 3 agosto). Invitiamo nuovamente Vc a ritirare la minaccia di sciopero ingiustificato e non necessario, ad impegnarsi a fornire un ragionevole preavviso di sciopero (7 giorni) e ad accettare i nostri inviti a partecipare a negoziazioni significative per un Contratto collettivo di lavoro per i nostri piloti tedeschi e ridurre al minimo i disagi per i clienti in Germania". Infine, la comapgnia si scusa con i clienti "per questo sciopero inutile e per gli spiacevoli disagi".

Tags: ,

Potrebbe interessarti