Les Salines, new entry Beachcomber

È prevista per il 2020 l’apertura del nuovo Les Salines Beachcomber Resort & Spa, portando a nove le strutture di proprietà del gruppo mauriziano. Un quattro stelle da 338 camere e 56 family suite, la cui realizzazione verrà curata in ogni dettaglio dall’architetto Jean Francois Adam. Verrà realizzato sulla Rivière Noire, a Sud-Ovest dell’isola di Mauritius, per un investimento totale di circa 30 milioni di euro.
“È una zona totalmente incontaminata e selvaggia dove non sono ancora presenti strutture ricettive – spiega la general manager Italia, Sheila Filippi – dove gli ospiti avranno la possibilità di ammirare le splendide saline circostanti. La struttura verrà realizzata non solo nel pieno rispetto dell’ambiente, ma a-vrà anche un impatto economico sulla comunità locale con la creazione di 600 posti di lavori diretti e 2000 indiretti. La nostra scuola di formazione ha già iniziato l’attività di preparazione del personale, l’impatto sociale del progetto vedrà anche la commercializzazione di prodotti tipici del nostro artigianato grazie al progetto Local Hands”.
Intanto Beachcomber traccia un bilancio della stagione che segna, sul mercato italiano, un +18%. Una tendenza in continua crescita consolidata anche negli anni precedenti con +20% nel 2016 e +23% nel 2017. Lo scorso settembre, ha riaperto il Cannonier dopo un’importante operazione di restyling che ha interessato l’intera struttura. Per il Sainte Anne, invece, si dovranno aspettare ancora due anni: anch’esso al centro di un immenso lavoro di ristrutturazione, verrà commercializzato non più come Beachcomber, ma come Club Med. Il 1° novembre, poi, verrà completato l’ammodernamento delle 40 camere deluxe e delle 13 ville del Paradis. Sempre lo stesso mese verrà terminata la nuova decorazione delle camere del Mauricia (operazione che non ha comportato la chiusura della struttura). Il Victoria, infine, è stato ampliato con una nuova ala per un totale di 40 nuove camere. “Registriamo il 35% di repeater ed è fondamentale riuscire a rinnovare i prodotti e i servizi – prosegue Filippi -. Abbiamo già riscontri positivi sul booking 2019: i collegamenti sulla destinazione sicuramente giocano un ruolo importante e il nuovo volo operato da Alitalia, a partire da ottobre, darà un’ulteriore spinta”.

Le iniziative previste per il trade
Inoltre questo mese, e fino al prossimo marzo, prenderanno il via alcune iniziative che coinvolgeranno direttamente le agenzie. “Al momento posso soltanto dire che si tratterà di eventi contraddistinti da una certa esclusività – conclude la general manager – sia per quanto riguarda le location nelle quali si svolgeranno, sia per il numero ristretto dei partecipanti. Inizieremo nel Nord Italia per poi andare a toccare diverse località sparse in tutto il territorio. Parteciperemo a fiere del settore e ad altre specializzate sul wedding perché il segmento degli honeymooner è molto forte”.
Pronte per la prossima stagione anche due nuove brochure: una dal taglio decisamente più emozionale che racchiude tutta l’offerta ricettiva del gruppo con un susseguirsi di foto volte a colpire l’occhio dei clienti, l’altra (per la prima volta) interamente dedicata al golf con pacchetti ideati appositamente per gli amanti di questo sport con la possibilità di giocare sui green raggiungibili facilmente da ogni struttura.                         
 

Tags: ,

Potrebbe interessarti