Più Latinoamerica per Air Europa, ma sempre via Madrid

Nuove destinazioni in Centro e Sud America, ma per il momento senza voli transatlantici diretti dall’Italia. E’ questo il piano per il 2019 di Air Europa nelle parole di Renato Scaffidi, country manager della compagnia aerea spagnola. “La strategia – spiega il manager – è quella di tenere come hub unico Madrid, e da lì far partire tutte le connessioni con l’America centrale e meridionale, oltre che con i nostri due scali negli Stati Uniti, Miami e New York”.

D’altronde la compagnia ha da poco portato a otto i voli giornalieri tra l’Italia e Madrid (3 Roma, 3 Milano, 2 Venezia), con “il 40% di passeggeri che continua poi il viaggio in interconnessione sulle nostre rotte long haul”. E qual è la destinazione sul lungo raggio più gettonata dai viaggiatori italiani?  “Certamente Lima – risponde Scaffidi – insieme a La Havana e Santo Domingo”.

Quanto alle nuove destinazioni, il country manager rimarca che “è già confermata Panama, disponibile da fine febbraio 2019 e attraverso la quale – in codeshare con Copa Airlines – serviremo anche San Salvador, San Josè de Costa Rica, Guatemala e Managua. Da lì copriremo anche quattro destinazioni colombiane: Medellin, Cali, Cartagena e Pereira”.

L’altra novità è invece “l’apertura dell’Iguazù dal lato argentino, sempre con volo da Madrid”.
Quando chiediamo a Scaffidi della politica di Air Europa sul protocollo Ndc, il manager spiega che “abbiamo da poco rinnovato il contratto con Amadeus per diversi anni, come con gli altri Gds, quindi per il momento non entreremo in Ndc. Credo che per le adv il protocollo Ndc costituisca in parte un limite, e anche per questo la nostra direzione generale ha deciso di confermare il rapporto con i Gds”.

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti