Aica: “Qualità, regole chiare e tax credit per gli hotel italiani”

È il design in chiave di sviluppo turistico il tema del convegno odierno organizzato da Associazione Italiana Confindustria Alberghi con Federlegno Arredo. Al centro dei lavori il concetto di qualità dell'ospitalità. "Dobbiamo continuare a investire e innovare per il turista odierno che è completamente diverso rispetto agli anni Cinquanta" ha dichiarato il presidente di Aica, Giorgio Palmucci. "Far crescere una filiera cosi importante è la nostra priorità", ha garantito il ministro del Turismo Gian Marco Centinaio.

Questo per Aica è il primo di una serie di eventi su diverse tematiche in alcune città italiane."In Confindustria c'è una presa di coscienza del valore del turismo, e il nostro ruolo è quello di aiutare a sviluppare questo settore nel Paese", ha affermato il presidente di Aica.  Palmucci ha poi ribadito la necessità di una regolamentazione dell'abusivismo extralberghiero auspicando anche una competitività giocata ad "armi pari". Secondo il presidente sarebbe più utile semplificare le normative del comparto alberghiero piuttosto che estendere all'extralberghiero le regole applicate al mondo dell'hotellerie.

Quanto al tax credit Palmucci ha fatto notare che la possibilità di accedervi con le domande "ha avuto una finestra online di 50 secondi". Positivo il ministro del Turismo sul provvedimento di aiuto alle imprese, ma con cautela ha detto di voler attendere, "per capire se ci sono gli stanziamenti prima di fare promesse". Ha comunque di voler trovare "una formula diversa per l'accesso". Tra le novità in arrivo, dopo la manovra finanziaria, anche una rivisitazione della classificazione alberghiera "con una omologazione delle stelle tra le regioni  ma soprattutto una verifica del mantenimento degli standard ottenuti  al momento dell'assegnazione", ha concluso Centinaio. l.s.