Accordo di codeshare tra Klm e Qantas

Un accordo di codesharing tra Europa e Oceania. Lo hanno annunciato Klm e Qantas. Grazie all’accordo, i passeggeri Klm potranno viaggiare da qualsiasi città servita da Klm o dai suoi partner, e quindi anche dalle principali città italiane, verso Sidney, Melbourne, Brisbane o Perth via Singapore senza preoccuparsi dei propri bagagli. La novità sarà operativa dal 31 ottobre: Klm aggiungerà il proprio codice ai voli giornalieri tra Singapore e le quattro principali destinazioni australiane operate da Qantas, la quale a sua volta integrerà il proprio codice Qf ai voli Klm tra Amsterdam e Singapore.

“Siamo molto soddisfatti – spiega Pieter Elbers, presidente e ceo di Klm – di questo nuovo accordo di code-sharing con Qantas. L’Australia è un’importante destinazione sia per i viaggiatori corporate sia per turismo, ed è per questo motivo che Qantas è un partner strategico. L’accordo ci permette inoltre di far crescere la nostra presenza in questa bellissima parte del mondo”

“Questo accordo – dichiara per parte sua Alison Webster, international ceo Qantas – offre ai passeggeri una più ampia scelta di soluzioni  per i loro viaggi tra l’Australia e l’Europa. Ai nostri clienti viene offerta un’ulteriore opzione per raggiungere Amsterdam tramite l’hub di Singapore, con maggiori opportunità di guadagnare miglia e Qantas Points. Qantas e Klm, entrambe compagnie di bandiera con circa 100 anni storia, da adesso offrono alla propria clientela  un sempre maggior numero di destinazioni da raggiungere con semplicità”. 

Tags: ,

Potrebbe interessarti