Tailor made ed esperienze attive spingono l’area

Cresce l’interesse per gli itinerari tailor made in Sud America, così come si inserisce nelle scelte di programmazione il filone della vacanza attiva e outdoor.
Sergio Bosio, responsabile del tour operator specializzato La Rotta delle Emozioni, fa presente che “l’anno 2018 è stato positivo per il Brasile, con una crescita proprio dei tour tailor made. Inoltre, l’ottimo cambio euro-real  ha dato una notevole spinta alle vendite”. Bosio dichiara che la Colombia assiste ad un andamento di vendite “stabile” e per il 2019 prevede l’inserimento di partenze di gruppo garantite sul Brasile tra aprile e dicembre con due proposte: un “tour classico” e un tour “la Rotta delle Emozioni”. “A luglio e agosto – aggiunge – programmeremo delle partenze esclusive per gli amanti del trekking:  una nel deserto bianco del Lencois e un programma in Colombia”.

Tradizione e novità
Programmazione trentennale quella in Brasile di Dimensione Turismo, l’operatore guidato da Mario Di Nicolantonio. “La nostra conoscenza del prodotto – spiega l’azienda – ci permette di proporne itinerari classici e nuovi che soddisfano le esigenze di varia natura dei nostri clienti, tenendo conto delle enormi distanze del Paese ed elaborando le tariffe più convenienti per una destinazione sempre richiesta ma dai costi comunque elevati”. I tour di Dimensione Turismo focalizzano l’attenzione su  Natal e sul resort di proprietà, il D Beach: “Abbiamo stampato un nuovo catalogo realizzato in collaborazione con Tap Air Portugal che coniuga i voli di linea dai principali aeroporti italiani con tariffe concorrenziali per una vacanza mare perfetta grazie al clima e ai suoi contenuti turistici”, dichiara il t.o. Natal può concludere un itinerario esplorativo di ampio respiro o costituire la destinazione principale del viaggio. “Il 2018 – sottolinea l’operatore di Treviso – ha visto un aumento della richiesta di itinerari, che oltre a presentare le località classiche e imprescindibili come Rio De Janeiro, le cascate di Iguacù, l’Amazzonia, Salvador Bahia, Natal  hanno incluso anche il Parco dos Lencois o Jericoacoara, paesaggi naturali meravigliosi e assolutamente lontani dalla nostra quotidianità. Queste ultime sono ben rappresentate da una proposta, contenuta nel nostro nuovo  catalogo, che ha un nome evocativo: Tour Natureza – La rotta delle emozioni”.
E’ appena andato in distribuzione a 6.000 agenzie di viaggio la nuova edizione del catalogo Tour 2000 America Latina, valido fino a dicembre 2019, che include tutta la nuova programmazione con particolare attenzione ai “Viaggi Imperdibili”(partenze esclusive a date fisse e confermabili con minimo 2 partecipanti).
Nelle Collezioni di Viaggi ci sono due aggiunte: “Sport e Avventura”, che raggruppa gli itinerari pensati per un pubblico sportivo, dai trekking fino alle maratone e “Grandi Itinerari”, che propone programmi di viaggio creati per chi vuole visitare in una sola vacanza due o tre Paesi dell’America Latina. E Marino Pagni, general manager dell’operatore stila un bilancio “molto buono” della stagione estiva appena trascorsa, caratterizzata da “molte vendite all’ultimo minuto” e con una crescita “superiore al +15% rispetto all’anno scorso”.

Il consolidamento
“Per noi Sud America e Brasile sono destinazioni consolidate: le programmiamo da più di 25 anni e possiamo contare sulla fedeltà della distribuzione che ci considera un punto di riferimento sul mercato”. A parlare è Barbara Cipolloni, product manager King Holidays, che dichiara: “Questo ci garantisce un flusso costante di prenotazioni, nonostante le difficoltà legate all’incremento dei prezzi e all’assenza di collegamenti charter. Per quanto concerne il Brasile, inoltre, notiamo un crescente allargamento di forbice tra la domanda di tour organizzati adatti ad una clientela trasversale e la richiesta di prodotti tailor made molto specializzati, che solo esperti programmatori sono in grado di realizzare”. Pur senza rinunciare all’offerta di tour tradizionali, è intenzione dell’operatore intensificare gli sforzi sul tailor made. “Punteremo molto anche sui gruppi e sul Mice – sottolinea Cipolloni – che ci stanno dando molte soddisfazioni, e che contiamo di incrementare ulteriormente nel 2019”.
Manda in archivio un 2018 molto positivo per l’Argentina Francesco Vitali, product manager di Latitud Patagonia. “Abbiamo avuto un primo trimestre in grande crescita, ottima anche l’estate – dice – dove c’è da evidenziare come il Nord dell’Argentina (spesso combinato con Cile/Bolivia) stia finalmente iniziando a guadagnarsi spazi tra le mete estive del Sud America. Un po’ a rilento invece le prenotazioni su novembre, che si conferma comunque il mese più importante dell’anno per la Patagonia, e soprattutto il Natale”. Aumento a doppia cifra poi per il Cile, e “Bolivia ed Ecuador – dichiara ancora Vitali – crescono entrambe, pure se in maniera più contenuta, sono le destinazioni con i feedback più positivi”.
Tra le segnalazioni di prodotto per Latitud Patagonia, il manager elenca “A la Fin del Mundo”, che prevede anche una crociera di spedizione di 5 giorni a bordo delle navi Australis, e due itinerari in Cile, oltre alla sezione Experience.         

Tags: , , , , , ,

Potrebbe interessarti