Cresce la notorietà internazionale della Puglia

E’ il turismo internazionale a contribuire al consolidamento, al miglioramento qualitativo e all’allungamento stagionale del turismo in Puglia, come già espresso dall’assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Loredana Capone. La conferma arriva dai dati provvisori riferiti ai primi otto mesi del 2018 che vedono crescere gli arrivi e le presenze dall’estero del 10% a fronte di un calo del turismo nazionale stimato nel -2%1. Gli stranieri che hanno viaggiato in Puglia nel 2018 l’hanno fatto soprattutto nei mesi di marzo, aprile e maggio (+25% le presenze rispetto all’anno precedente) con una predilezione per alloggi di fascia medio alta. 

Nei primi otto mesi del 2018 all’interno della top ten dei pernottamenti dall’estero in Puglia, stazionaria rispetto all’anno precedente, troviamo: Germania, Francia, Svizzera, Regno Unito, Paesi Bassi, Belgio, Stati Uniti d’America, Austria, Polonia e Spagna. I Paesi Bassi risultano invece il mercato estero più dinamico, caratterizzato dal maggior incremento di pernottamenti (in valori assoluti) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (gennaio/agosto). Segue il Regno Unito mentre il terzo posto spetta agli Stati Uniti che si afferma, assieme al Canada, tra i mercati ad alta crescita per la Puglia: +85% le presenze dagli Stati Uniti dal 2010 a oggi e +122% le presenze dal Canada. Mercati sui quali la Puglia consegue ampi consensi per il patrimonio artistico e culturale, per l’offerta enogastronomica; una regione in grado di coniugare mare, entertainment ed eventi sportivi, oltre a itinerari disseminati sul territorio.

I dati dell’indagine della Banca d’Italia sulla spesa internazionale in Puglia e riferiti al primo semestre del 2018 certificano un incremento del 3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e ulteriori convalide sul buon andamento del turismo dall’estero arrivano dai dati di Aeroporti di Puglia per il quale il traffico internazionale passeggeri sugli scali di Bari e Brindisi è cresciuto fino a settembre del 18,8%.

L’incremento della notorietà internazionale della Puglia si deve anche a eventi come il Buy Puglia che ogni anno riunisce i professionisti del settore stimolando occasioni di business, favorendo contatti tra domanda e offerta, generando azioni di networking finalizzate ad accreditare la destinazione Puglia sul mercato internazionale.

Gli incontri b2b e i tour esperienziali contribuiscono a esaltare anche il potenziale del segmento luxury che in Puglia si sta sviluppando in modo sempre più rapido e marcato (+172% gli arrivi e +139% le presenze negli hotel cinque stelle lusso, con un raddoppio anche dell’offerta, nel periodo dal 2010 a oggi). 

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti