Amadeus si trasforma in Live Travel Space

La perpetua innovazione cui il settore dei viaggi viene sottoposto sta creando un contesto tecnologico ultra-frammentato: con il digitale si moltiplicano i fornitori, le piattaforme dalle quali attingere prodotto, i linguaggi informatici cambiano.
Cinquant'anni dopo dai Gds occorre una nuova sferzata di standardizzazione, cioè quella integrazione con cui gli stessi sistemi sono nati, oggi intesi meglio nel senso di fonti-sorgenti di servizi, da mettere a disposizione delle agenzie di viaggi perché offrano a un cliente sempre più dotato un servizio personalizzato.
"La nostra risposta è di vision a tutta l'industria, che significa agenzie, Ota, Tmc, tour operator, network", spiega il direttore commerciale di Amadeus, Gabriele Rispoli, presentando "Live Travel Space". Si tratta di "un nuovo marketplace digitale che aggrega tutti i contenuti distribuiti attraverso qualsiasi canale", in pratica l'ambiente che Amadeus sta creando, modificando il Dna di global distribution system, spinto da quella ultra-frammentazione di cui sopra."Stiamo predisponendo una piattaforma one-stop-shop che renda tutto prenotabile indipendentemente dalla fonte che lo introduce sul mercato", sottolinea. Ecco che l'offerta Gds, quella di Ndc, delle Api e degli aggregatori viene canalizzata nei self booking tool del business travel, sul mobile, sul web, al front office delle adv, via bot e altri tools. Un percorso questo, che dopo l'avvento del nuovo protocollo di Iata per la distribuzione dei contenuti aerei ha portato i Gds a ripensarsi e affrontare ingenti investimenti. Sì, l'Ndc è un po' il cuore dell'esigenza di ricomporre un ambiente pericolosamente ultraframmentato.

La roadmap
La piattaforma di vendita "Amadeus selling platform connect", utilizzata dal 90% delle agenzie clienti in Italia, renderà disponibile Ndc da giugno 2019. La società ha ottenuto il terzo livello sia come aggregatore sia come provider e promette "l'integrazione totale di New distribution capability, puntando al livello massimo", che include altri due step, abilitanti le attività di post vendita oltre alla ricerca e alla prenotazione di voli e ancillari, garantite dai livelli 1, 2 e 3.
L’orizzonte previsto da Iata è il livello 4 e 5, che garantirà la "scalability", il processo di volumi rilevanti di prenotazioni veicolate via Ndc.
Non così scontato per una nuova tecnologia e che comporta numerosi test per essere completamente sicura.
Nel frattempo, con il programma Ndc-X Amadeus consiglia "la versione 17.2 come quella minima per garantire un buon grado di stabilità delle transazioni" e presenta in tre fasi il piano di integrazione del 'protocollo' nei processi di business, da oggi fino a ottobre 2019.
Fino a giugno dell'anno prossimo si occuperà dell'integrazione delle Api di sei compagnie aeree, tra le quali ci sono American e Qantas, per passare alla standardizza-zione di tutte le compagnie disponibili.
Contemporaneamente svilupperà il contesto dell'offerta Web Services, per portare Ndc-X a chi opera online: dal marzo 2019 prevede i primi utilizzatori. Infine, la Selling Platform Connect porterà al front office dei negozi di viaggi, con tutte le tariffe veicolate da Ndc in versione grafica sul desktop "e il direct connect con le compagnie aeree a ogni singola agenzia", rimarca Rispoli, ribadendo che "quanto creato è stato fatto insieme a Iata e ai dettaglianti".
Ma le innovazioni non finiscono qui: tra le più recenti novità il consolidamento dell'offerta alberghiera sulla piattaforma (800mila le strutture prenotabili) con l'acquisizione di Travelclick e il cambio nel modello di business, in merchant (tariffe nette alle agenzie). L'introduzione di un'offerta di transfer privati e un futuro da distributore di intermodalità con i bus, gli elicotteri, i taxi. Il tutto con un Pnr sincronizzato sulla pratica, per ottenerne una sola. Sui pagamenti Amadeus propone B2b Wallet, un carnet di soluzioni tra carte di credito/pagamento con un motore di ricerca che consiglia l'agenzia su quale di esse utilizzare, selezionando in termini di minori costi e maggiori ricavi.                  .
 

Tags: ,

Potrebbe interessarti