Egitto: la mappa dei nuovi voli

Un dolce risveglio quello egiziano, dopo anni di incertezza e trend al ribasso, ora che l’Italia torna tra i primi 10 paesi più importanti per il turismo e riconquista il 4° posto con 153.906 arrivi registrati nei primi 6 mesi dell’anno (+52% dopo Germania, Ucraina e Uk).
Alla ripresa della destinazione plaudono in molti, le compagnie aeree in particolare, certe che dopo il balneare, i riflettori si riaccenderanno intensi sulle crociere e sugli itinerari più classici.

I collegamenti
Egyptair
conferma sulla win-ter 25 voli a settimana, da Roma e da Milano, e annuncia un accordo storico per l’entrata di 33 nuovi aeromobili in flotta, tra cui 6 velivoli lungo raggio Boeing 787-Gs wide body Dreamliner, 15 velivoli di medio raggio Airbus 320 e 12 Bombardier Cs-300 per il corto raggio: “Siamo certi che il 2019 sarà un anno chiave anche per la ripresa delle Crociere sul Nilo – ha detto Stephanos Michaelidis, direttore commerciale per l’Italia di Egyptair – e non escludiamo che a breve possa tornare anche il diretto Roma-Luxor, un progetto ancora embrionale ma sui tavoli di discussione, come la possibilità di introdurre tariffe speciali per gli operatori italiani al fine di aiutarli ad essere più competitivi sul mercato. Le operazioni charter operate fino a novembre, ossia 2 catene bisettimanali da Napoli, Bergamo e Catania, le riproporremo anche sul 2019”, conclude Michaelidis. Saranno 15 a settimana invece, i collegamenti effettuati da Air Cairo. Tra ottobre e novembre inizieranno le rotazioni su Sharm el Sheikh da Bologna e da Venezia, e a seguire verrà introdotto anche il Malpensa-Marsa Alam. Altra grande novità, il Malpensa-Luxor, con possibilità di proseguire fino a Hurghada.

“Per gli amanti dell’Egitto classico abbiamo messo a punto un programma che consentirà un giro completo, sfruttando proprio il nuovo volo da Milano – ha spiegato Riccardo Santagostino, responsabile sales & mkt di Non Solo Sogni, il gsa che in Italia affianca Air Cairo per tutta la parte operativa e commerciale – dopo 4 giorni di navigazione sul Nilo si potrà volare da Assuan al Cairo con la possibilità di proseguire ancora su Alessandria, rientrando da Borg El Arab verso Malpensa. L’itinerario lo si potrà effettuare anche al contrario”.

Da novembre 2017 a luglio 2018 Air Cairo ha trasportato 55mila passeggeri dall’Italia: “Se si pensa che abbiamo iniziato con un solo volo, il Milano-Sharm, nel 2017, possiamo dire che quella che stiamo vivendo oggi è una bella favola – ha detto Santagostino – e un plauso va a tutto il settore che ci sta sostenendo”. Di sostegno parla anche il direttore dell’Ente turistico egiziano in Italia, Emad Fathy Abdalla: “Egyptair ed Air Cairo stanno dimostrando un impegno senza precedenti per il rilancio dei flussi ed abbiamo accolto con piacere anche il ritorno di Alpitour nelle crociere sul Nilo (con charter dal prossimo marzo) – ha detto – siamo orgogliosi anche che il gruppo Uvet preveda il ritorno sulla destinazione a partire dal mese di novembre”.                        

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti