Shopping Tourism Forum, focus su segmentazione e messa a sistema

Al via Shopping Tourism. L’evento fiorentino si è aperto con il saluto dell'assessore al turismo del comune di Firenze, Cecilia Del Re, la quale ha dato il benvenuto agli ospiti dell'evento ricordando l'importanza della segmentazione in una situazione di overtourism. "Con 12 milioni di turisti, Firenze si è posta la sfida della delocalizzazione premiando gli eventi realizzati in territori fuori all'area Unesco del centro storico" .

L'assessore ha poi illustrato i nuovi strumenti messi in opera dal Comune per il turismo, tra i quali il decalogo di regole "Respect Florence" e poi la nuova app dedicata al turismo cinese, collegata a Wechat con paline di connessione negli infopoint turistici, negli hotel e negli attrattori turistici della città.

L'assessore al turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo si è invece soffermato sull'importanza della ricaduta del turismo dello shopping sul sistema produttivo: "Il made in Tuscany deve cominciare ad avere struttura oltre che valore, in questa regione il turismo rappresenta il 12% del Pil e i flussi che ci attendono sono importanti, ma bisogna disciplinare il mercato, noi abbiamo 95 milioni di presenze, ma non sono censite adeguatamente, e soprattutto non c'è una profilazione del turista".

Critica sui dati anche Alessandra Priante, funzionario del Mipaaft, che ha mostrato "perplessità" riguardo ai dati diffusi recentemente "dalla controllata Enit" in merito al turismo enogastronomico, auspicando una migliore elaborazione dei diversi segmenti turistici. l.s.

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti