Tinky Winky: l’isola di Komodo nel catalogo 2019

Punta sempre ai viaggi di nozze Tinky Winky: “Pacifico, Polinesia francese e neozelandese con le isole Cook sono le mete predilette, anche se quest’anno sta prendendo piede la Nuova Caledonia”, dichiara Americo Palombi, ceo dell’operatore.

Al di fuori di qualsiasi schema il Giappone, che cresce nelle prenotazioni del +40% per il 2019 dopo essere già stato il protagonista del trend positivo del 2018. “In chiusura anno registriamo un incremento del +42% dovuto al Giappone e al Sud Africa che ha ripreso con una spinta nuova; ottima anche la Polinesia sulla quale segniamo un +30%. Un andamento che ci porterà forse a investire sulle risorse umane nel prossimo anno”. riflette Palombi.

La scelta vincente per questi risultati è, secondo il manager, dovuta alla giusta scelta del pricing: “Sono cambiate le abitudini delle persone, che entrano in agenzia con le idee ben chiare sui costi di un viaggio di nozze in alcune mete”.

Gli investimenti a supporto della distribuzione sono sempre notevoli per questo tour operator, che per il prossimo anno assicura diversi appuntamenti in co-marketing con gli enti del turismo e le compagnie aeree, e 4 eductour con poche agenzie in Polinesia, Fiji, Seichelles e Sud Africa. Palombi è inoltre appena tornato dall'isola di Komodo, dove “hanno aperto, nella zona di Flores, una serie di nuovi hotel e la destinazione è tutta da scoprire, vorremmo quindi inserirla in catalogo”. l.s.

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti