Viaggi internazionali, l’Asia guida la crescita

Prosegue senza soluzione di continuità la crescita, a livello globale, dell’Asia nel settore dei viaggi internazionali. A ribadirlo è l’ultima edizione del World Travel Monitor di Ipk, realizzato su mandato di Itb Berlin, che fissa al +8% il tasso di sviluppo della regione tra gennaio e agosto 2018, in particolare grazie ai movimenti interni al continente.

Quanto al 2019, l’analisi di Ipk prevede un rallentamento di tale performance asiatica, che rimarrà comunque con il segno più, prevedibilmente al +6% rispetto al resto del mondo e con una stagnazione del mercato giapponese.Tra i principali driver troviamo naturalmente “la Cina – come spiega Rolf Freitag, ceo di Ipk International – che ha fatto registrare un +13% nei viaggi internazionali rispetto allo stesso periodo del 2017”.

Nei viaggi verso l’Europa da Oriente si registra un rallentamento, con un +4% e con la Spagna come paese tra i più scelti dai visitatori asiatici (+14%). Bene anche il Regno Unito, al +8%, mentre le Americhe hanno registrato complessivamente un -1%. Quanto all’incoming verso i paesi asiatici, Ipk stima al +8% gli arrivi nei primi otto mesi del 2018, specie verso mete tradizionalmente vacanziere come Thailandia, Vietnam, Malesia, Cambogia e Laos. Anche per i viaggiatori orientali cresce il segmento Sun e Beach (+15%) così come quello dei viaggi per vacanza (+10%).

Tags: , ,

Potrebbe interessarti