Navi, la battaglia dei giganti

Sempre più duopolio accentuato nel settore delle crociere, dove Costa e Msc ormai da tempo dominano il mercato italiano: un duo che, a suon di iniziative di servizi e di prodotto ma soprattutto di ulteriori navi in acqua si alterna al comando, quasi come due corridori in fuga con ampio distacco dal resto dei competitor.
Parliamo di grandi compagnie di navigazione con statura di calibro internazionale; non solo europeo, ma anche mondiale, vista la copertura globale degli itinerari, dove anche qui si registra un pareggio, visto che ad inizio 2019 è partita la prima crociera intorno al mondo di Msc, ad emulare quella che Costa realizza già da circa un decennio. 
Le due compagnie sono impegnate in una lotta senza quartiere anche a terra, investendo parecchie risorse per assicurarsi l’appannaggio di due scali tra i maggiori homeport nazionali: così la napoletana (di origine) Msc presidia Genova, mentre la genovese (di origine) Costa – che ha come casa il porto ligure di Savona – si sta espandendo prepotentemente a Napoli.
La “battaglia dei giganti” italiani – sebbene formalmente i capitali di controllo appartengano rispettivamente a Svizzera (Msc) e Usa (Costa) – si combatte in uno scenario virtuoso, perché il settore sembra davvero non conoscere crisi alcuna, non segnando mai il passo, quasi come se la recessione generale e le difficoltà dei consumatori non avessero impatto sulla scelta di fare turismo a bordo di una nave, che si connota sempre più come destinazione essa stessa, più ancora delle destinazioni a terra, come fattore di attrattiva.
La terza società tricolore è tale anche questa solo come radici culturali, perché la proprietà italiana della compagnia di crociere extra lusso Silversea, già ripartita tra Monaco e Florida, nel corso del 2018 ha ceduto il controllo azionario al secondo gruppo gigante globale, Royal Caribbean.
Le nuove offerte di vacanza in mare aperto sono variegate e molteplici: dalle crociere culinarie ed enogastronomiche a quelle avventuriere, dalla voglia di freddo (viaggi in Antartico o in Alaska), a crociere tutte al femminile, con itinerari pensati per mettere in contatto le donne, e quelle per cuori solitari, che stanno crescendo vertiginosamente in popolarità.

I nuovi criteri
Tutte le nuove crociere rispettano i criteri di turismo sostenibile, sono tecnologicamente evolute, connesse a Internet (su Instagram), dotate di tecnologia smart (braccialetti elettronici, chiavi digitali), tanto che alcune crociere sono nate per i “digital nomads”, persone che lavorano da remoto e che possono svolgere la loro professione a bordo di una nave in giro per i mari.
Grazie a tutte queste offerte stratificate, la crociera è ormai un viaggio per tutte le età ed esigenze, che coinvolge i più giovani attraverso viaggi tematici, festival musicali, itinerari unici ai confini del mondo.              

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti