Enac incontra gli operatori per coordinare l’estate

Enac ha incontrato ieri gli operatori del settore, in occasione dell’avvio della stagione estiva che, per l’aviazione commerciale, va da fine marzo a fine ottobre. L'incontro, che ha visto anche la partecipazione del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, è stato finalizzato a un coordinamento generale preventivo di tutto il comparto per garantire e innalzare ulteriormente la sicurezza del volo e la qualità dei servizi resi agli utenti.

Enac ha invitato i responsabili delle varie componenti del settore ad attuare ogni azione necessaria a rendere sempre più sicuri e fluidi gli spostamenti aerei, in termini di efficienza e puntualità; evitare possibili inconvenienti e disagi; verificare preventivamente l’adeguata disponibilità di risorse umane e di mezzi; monitorare la puntualità dei voli; garantire la qualità dei servizi; rispettare i diritti dei passeggeri, con particolare attenzione alle persone diversamente abili, agli anziani e ai soggetti non autosufficienti.

“Il traffico aereo globale è in costante crescita e l’Italia deve essere in grado di raccogliere al meglio la sfida: ne va della nostra immagine, della nostra forza attrattiva, ma anche della nostra salute economica in generale – ha commentato Toninelli -. Il trasporto aereo vale già oggi poco meno del 4% del Pil, ma soltanto coniugando servizi di qualità e una sempre maggiore attenzione alla sicurezza, riusciremo a farci trovare pronti e capaci di intercettare i nuovi flussi. Per tantissimi turisti e visitatori di tutto il mondo, le prestazioni di questo settore rappresentano il biglietto di presentazione del nostro Paese e il primo impatto è sempre fondamentale.
Enac gioca in questo un ruolo fondamentale. Perché il trasporto aereo va ripensato nell’ottica di una sempre maggiore intermodalità ed efficienza logistica: obiettivi primari per il mio ministero che punta a una valorizzazione massima, sotto ogni punto di vista, dei nostri splendidi territori”.

“L’obiettivo è quello di raccogliere le sfide di un settore che cresce rapidamente – ha dichiarato il presidente dell’Enac, Nicola Zaccheo – e che si evolve dal punto di vista tecnologico e infrastrutturale, tenendo sempre presente che il passeggero è il centro del sistema e attorno alle sue esigenze deve ruotare tutto. La stagione estiva è il momento più impegnativo per il traffico aereo, soprattutto nei mesi che vanno da metà giugno a metà settembre, per il notevole aumento del numero dei passeggeri e dei voli operati. Tutto ciò richiede massimo coinvolgimento di tutti i player che devono prestare ancor più attenzione per garantire elevati standard di sicurezza, in entrambe le declinazioni di safety e security. Anche Enac farà, come di consueto, la sua parte di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo del settore”.

 

 

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti