Continuità territoriale: la regione Sardegna convoca i vertici Alitalia

Christian Solinas, presidente della Regione Sardegna, ha convocato per questa mattina i vertici di Alitalia. “Non c’è tempo da perdere: dobbiamo intervenire subito per garantire ai sardi una continuità territoriale che affermi, insieme al diritto alla mobilità, quello dell’accessibilità dell’Isola in funzione di uno sviluppo del tessuto economico produttivo e del turismo. Sono già state spese troppe parole, è tempo di passare ai fatti”, ha detto il presidente come si legge su fonti di stampa. 

E' la mossa fatta dopo l'interlocuzione con Bruxelles avvenuta ieri sulla continuità territoriale e in previsione dell’8 aprile, data importante, in quanto è il giorno in cui la compagnia dovrà prendere la sua decisione in merito al proprio futuro nell'isola.

I fatti sono noti, Alitalia si è aggiudicata la gara del 2018, però la Commissione europea contesta le regole della gara, in quanto, sembrerebbe che vìolino la libera concorrenza per le troppe tratte dagli aeroporti di Cagliari, Alghero e Olbia alla volta di Fiumicino e Linate.

Dal canto suo Bruxelles avrebbe potuto aprire una procedura d’infrazione contro il nostro Paese, invece, ha preferito aprire un confronto con Regione e Governo.

La trattativa è iniziata questa stamattina. In questa prima fase è stato deciso che la Sardegna avrà un anno di tempo per fare un nuovo bando sulla continuità territoriale. Intanto, per ovviare al rischio del blocco dei collegamenti la fonte parla di due possibilità, una sarebbe la proroga del regime della continuità territoriale in vigore sino al 15 aprile, l'altro applicare le regole del nuovo bando senza oneri di servizio per la Regione (alias senza la compensazione dei soldi pubblici).

E' la modalità che è stata accettata da Air Italy, il vettore, senza percepire fondi pubblici, coprirà le tratte da Olbia verso Roma e Linate. Alitalia ha tempo fino all’8 aprile, appunto, per ufficializzare la sua decisione. 

Tags: ,

Potrebbe interessarti