Bibione apripista del turismo accessibile

Rappresentano un esercito di dieci milioni di persone in Italia, 140 milioni in Europa, un miliardo nel mondo. Sono persone affette da disabilità fisiche o mentali di tipo permanente o temporaneo. Persone con esigenze particolari che spesso si vedono negata la possibilità di trascorrere una vacanza a causa di una serie di ostacoli di accessibilità, non sempre e non solo di tipo strutturale.

Proprio a loro è rivolto “Bibione Destinazione Accessibile”, il progetto che punta a fare della località balneare veneta la prima destinazione ad “accessibilità certificata”.

“Vogliamo diventare una destinazione al cento per cento per tutti, per riuscire a rispondere al meglio alle esigenze di tutti i nostri visitatori”, spiega la presidente del consorzio Bibione Live Giuliana Basso. “Quello dell'accessibilità è un settore turistico in forte crescita e rappresenta quindi una grande opportunità per Bibione, che per vocazione e strutture ha grandi potenzialità in relazione a questo tipo di offerta. Inoltre, dobbiamo pensare che costruire una destinazione accessibile significa attrezzarla e organizzarla in maniera tale da renderla più fruibile e accogliente non solamente per i visitatori, ma per i residenti stessi che la abitano”.

Un progetto che si svilupperà nei prossimi due anni ma che darà i primi risultati già dalla prossima stagione grazie alla partnership di Village for all, operatore specializzato in turismo accessibile che guiderà passo dopo passo tutte le attività del processo di potenziamento dell'accessibilità, dalla formazione del personale al monitoraggio delle strutture ricettive.

“Un posizionamento strategico di questo tipo – ha spiegato Roberto Vitali, presidente di Village for all – richiede necessariamente investimenti e un percorso di crescita consapevole e a 360 gradi da parte di tutto il sistema turistico di Bibione, non solo dal punto di vista delle dotazioni delle strutture, ma anche della formazione del personale e del modo di comunicare l'accessibilità”.

 

 

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato