Igor Asciutto: “Non sono un socio occulto”

Il fenomeno è noto, il Centro-Sud Italia sta vivendo una frammentazione del mercato di Sharm, dopo l'uscita di scena di Balkan Express. Piccole realtà di tour operating sono nate e stanno operando nell'area, nel tentativo di ritagliarsi il proprio spazio, per conquistare una fetta di un mercato allettante, visto il ritorno della domanda per la destinazione sul Mar Rosso, sebbene non sia ancora ai livelli dei numeri d'oro.

Si parla di singole realtà, a volte frutto della scelta imprenditoriale di agenti di viaggi del Sud, che hanno deciso di mettersi assieme per giocare questa partita. Si sta creando un nuovo mercato o si sta cercando di colmare gli spazi lasciati vuoti e mai colmati da chi questa partita l'aveva iniziata? 

Il tempo darà ragione delle singole mosse, ma intanto il settore rumoreggia e si domanda se Igor Asciutto, ex direttore generale di Balkan Express, possa essere "dietro" a queste operazioni. Voci di mercato, scambi più o meno accesi su Facebook portano l'attenzione sul tema.

Guida Viaggi ha raggiunto al telefono il manager, per chiedergli una conferma o una smentita di tali voci. "Se mi chiede se sono in società con loro le dico no, se mi chiede se mi chiamano le dico sì", afferma Asciutto. E a quanto ci racconta il manager, si tratta della richiesta "di consigli", una sorta di consulenza sulla meta o sui fornitori. "Non sono il socio occulto di nessuno – ci tiene però a precisare il manager -, se vorrò fare qualcosa lo farò alla luce del sole – afferma deciso -. Ho aiutato tanti sì, a partire da questa estate, a risolvere i problemi, perchè c'è un rapporto di amicizia con molti, ma non sono socio, potevo esserlo, perché in molti mi hanno proposto di entrare in società, ma non l'ho fatto", conclude il manager. s.v. 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti