Az, il Governo verso la proroga dell’offerta

Prende sempre più piede l’ipotesi di una proroga per Alitalia: il 30 aprile è il termine per la presentazione dell’offerta vincolante ai commissari per il rilancio della compagnia. E’ presumibile, scrive Il Corriere della Sera, che servano almeno ancora un paio di settimane per completare una cordata che prevede al momento Fs al 30%, Delta al 15% e il Tesoro al 15% tramite la conversione in capitale degli interessi relativi al prestito ponte. Le Fs hanno messo come condizione che si tratti di un’operazione di mercato con partner di rango. Il problema, riporta il quotidiano, è trovare un altro socio disposto a mettere 300 mln. Resta plausibile l’ipotesi Atlantia che starebbe aspettando un gesto di “normalizzazione” da parte del Governo dopo la richiesta di caducazione della convenzione di Autostrade. Ci sono poi le indiscrezioni sulla holding di Toto. Il nome di Toto avrebbe colto di sorpresa Delta, aggiunge il Corriere, stando a quello che affermano tre fonti. In Delta non nascondono l’eventuale interesse a lavorare con Atlantia, mentre su Toto filtra per ora un secco “non se ne parla proprio”.

Intanto il vicepremier Luigi di Maio in un post su Facebook ribadisce di non aver incontrato nessuno per parlare del dossier né “pregato nessuno a riguardo”, con riferimento a Riccardo Toto. “Per completare questa operazione, che resta di mercato, stanno arrivando le altre offerte di privati, che andranno a comporre il 100% della società” e sono “tutte offerte di cui apprendiamo per ora solo a mezzo stampa e che non sono ancora state formalizzate”. I presupposti, spiega Di Maio, sono “una presenza massiccia dello Stato nella newco come garanzia di un piano industriale coerente e competitivo”.

Tags: , , , , ,

Potrebbe interessarti