Partours-Neos: è scontro legale

Si avvia verso la battaglia legale la vicenda Partours-Neos. Dopo la comunicazione inviata all'Enac da parte del vettore Neos relativa alla decisione della compagnia "di non proseguire i servizi charter per il tour operator Partecipazioni per il Turismo, a causa di mancati pagamenti da parte di quest’ultimo", ecco arrivare la risposta di Partours, del Gruppo Arkus – datata 29.4.2019 -, che minaccia un'azione legale dopo la comunicazione da parte di Neos di non proseguire i servizi charter.

"La società di gruppo partecipazioni per il turismo Spa (Partours Spa) non ha mai stipulato con autonoma volontà negoziale accordi commerciali con il vettore aereo Neos air (100% Alpitour) e al medesimo pertanto nulla deve. Partecipazioni per il turismo Spa non ha alcuna responsabilità oggettiva nella vicenda del tutto arbitrariamente segnalata da Neos, tantomeno nei confronti dei passeggeri, non avendo mai rilasciato qualsivoglia titolo di viaggio. L’arbitraria segnalazione di Neos air e la gravità dei fatti inerenti e sottostanti impongono di circoscrivere entro tali limiti il presente comunicato, giust’appunto nel rispetto dell’authority e delle sue funzioni di vigilanza. Partecipazioni per il turismo Spa si dichiara pertanto immediatamente pronta ad offrire nelle opportune e competenti sedi ogni e più circostanziata informazione, anche in punto documentale.

Arkus network s.r.l. e Partecipazioni per il turismo Spa si riservano il separato esercizio di opportune azioni, nelle competenti sedi, a tutela delle proprie ragioni, della reputazione e della solidità economico-finanziaria di gruppo, nonché per il ristoro di tutti i danni subiti e subendi conseguenti alla illegittima condotta dei soggetti responsabili".

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti