Il senso dei viaggi (e del business) per Amazon

Ci aveva provato nel 2015 a entrare nel settore dei viaggi, puntando sul settore dell'hôtellerie. Ma allora le cose non erano andate come Amazon avrebbe sperato. Così, il colosso americano del commercio elettronico oggi ci riprova scommettendo questa volta nel mercato aereo e lo fa lanciando una propria piattaforma di prenotazione per i voli interni in India, realizzata dall'agenzia di viaggi online India Cleartrip.

Amazon ha quindi optato per una partnership piuttosto che costruire un'offerta di voli Amazon da zero. E con tutti i servizi, dall'elettronica alla spesa e probabilmente anche i prodotti farmaceutici, disponibile su Amazon.com e attraverso la sua app, l'aggiunta di viaggi potrebbe potenzialmente rendere la piattaforma una superapp più ancora attuale di quanto non sia già.

Super app che l'utente può utilizzare più volte al giorno per tutto, dalla condivisione del viaggio alla prenotazione alberghiera e all'acquisto di prodotti elettronici.

Inoltre, Amazon sta mettendo in piedi un business legato alla pubblicità, che potrebbe essere un modo per gli inserzionisti del travel per contrastare lo strapotere di Google e Facebook.

Secondo alcuni, visto il fallito tentativo di costruire un'impresa alberghiera da zero, Amazon sarabbe tentata dall'acquisizione di un'importante realtà dei viaggi come Expedia o TripAdvisor. Comprare sarebbe quindi un'operazione più conveniente piuttosto che costruire voli, alloggi, noleggio auto, crociere e tour, pezzo per pezzo.

Tags:

Potrebbe interessarti