Albania-Go4Sea: “Chi ha pre-acquistato vince”

L'Albania ha “conosciuto trend di crescita a livello strutturali importanti, in particolare il porto di Durazzo ha avuto un grande sviluppo, anche sul fronte dei servizi, basti dire che c’è il check-in elettronico”. Esordisce così Tommaso Valenzano, uno dei tre soci fondatori di Go4Sea, t.o. pugliese, specializzato sull’area balcanica, parlando dell'Albania, dove propone 30 strutture totali, di cui 12 contrattualizzate in esclusiva, il resto è con allotment garantiti.

Saranda è la “meta che va per la maggiore, ha strutture nuove, con 3-4 anni di vita ed alti standard anche negli appartamenti”. A detta del manager ha le carte in regola per soddisfare ciò che gli italiani cercano in vacanza, cioè “buon cibo, che è in linea con il gusto italiano, rapporto qualità-prezzo, che è eccellente, ed ospitalità”. Il nostro mercato come sempre arriva più tardi rispetto ad altri, come tedeschi, inglesi e ora “i polacchi, che hanno una stagionalità anche di sei mesi ed una capacità di pre-acquisto per tale durata”. L’Italia si sta accorgendo dell’Albania, “che non è solo mare e costa, ma offre anche la possibilità di fare tour culturali, vedere laghi, montagne, sebbene sia ancora poco conosciuta nell’immaginario”.

Valenzano concorda con chi sostiene che il Paese sia “a rischio overbooking per questa estate, chi ha pre-acquistato vince”, afferma. Il concetto è questo, in quanto la meta non ha una capacità letti molto elevata. “Saranda è la meta più in voga e copre la richiesta”. Dal canto suo il t.o. ha un’offerta di base in vuoto-pieno effettiva di “circa 450 letti vendibili a settimana, abbiamo fatto anche un ulteriore investimento”. La mossa è a fronte del fatto che “l’Albania sta andando bene, Ferragosto è pieno”, commenta il manager. Per un approfondimento dell'argomento rimandiamo allo speciale pubblicato sul numero 1571 di Guida Viaggi in distribuzione da oggi. s.v.

  
 

Tags: ,

Potrebbe interessarti