Aegean: “L’Italia ha compreso che prenotare prima paga”

Il traffico dall'Italia sta andando "molto bene", è soddisfatta Maria Terranova, key accounts manager Northern Italy & Ticino di Aegean, vettore in Star Alliance. C'è un dato in particolare molto positivo che riguarda il nostro mercato ed è che i nostri connazionali sembra abbiano compreso il fatto che "prenotare prima paga – sottolinea la manager -, il last minute è morto". Lo afferma in modo convinto forte anche del fatto che la Grecia ha messo in atto un processo di destagionalizzazione, che anche il mercato italiano sta sostenendo.

"A giugno, settembre ed ottobre viaggiamo pieni – aggiunge Terranova -. Quanto agli aeroporti da cui voliamo, serviamo tutto l'anno Milano, Roma, Venezia, Bologna, Napoli, Catania, più cinque scali con voli stagionali che sono Verona, Pisa, Bari, Lamezia, Palermo, con voli da giugno a settembre su Atene", servendo 31 destinazioni in Grecia. L'hub è ad Atene da cui partono voli alla volta di altre destinazioni, "come per Cipro abbiamo diversi voli su Larnaca, Il Cairo, Amman, Beirut, Tel Aviv, Yerevan, Tiblisi". 

Quanto alla flotta il vettore ha in ordine 42 nuovi Airbus (da giugno 2018), la consegna è prevista "a partire da novembre 2019 – annuncia la manager -. Al momento non si sanno ancora le destinazioni su cui saranno impiegati. In parte andranno a sostituire aeromobli più vecchi e in parte incrementeranno la flotta con l'annuncio di nuove destinazioni". Sono A320 e A321 neo. Ad oggi la flotta di Aegean si compone di 61 aeromobili di medie dimensioni. 

In termini di traffico sviluppato, sicuramente domina la componente lesiure su quella bt. Le adv sono il "canale preferenziale per le vendite – asserisce Terranova -, da cui passa una bella fetta. Anche per i pacchetti Grecia c'è un buon ritorno in agenzia". Sul fronte dei mercati serviti, al primo posto si colloca quello tedesco, "teniamo presente che amano giocare a golf", da qui la scelta dei periodi in cui andare in Grecia, "in inverno e al massimo fino alla primavera". Seguono Inghilterra, Italia e Francia. s.v.

Tags: ,

Potrebbe interessarti