Francia, 2018 da record e il 2019 va in scia con gli eventi

Un anno record il 2018 per la Francia. “Da ricordare – ha dichiarato il direttore Frédéric Meyer, direttore di Atout France per l’Italia, Grecia e coordinatore Europa del Sud in occasione della presentazione del nuovo magazine a Torino nella maison DeWan – con 89,4 milioni di visitatori stranieri, per una crescita del 3% in generale”.

L’Italia ha fatto ancora meglio: “E’ proprio così – conferma – ha fatto registrare un aumento del 5% e si è piazzata come come la seconda maggiore crescita tra i Paesi europei. Anche l’Asia ha assicurato ottimi risultati”.

E se Parigi, Corsica e Costa Azzurra (quest’ultima accoglie un milione di italiani all’anno) sono sempre in cima alle preferenze dei nostri connazionali, si fanno strada anche altre aree del Paese: “la Regione della Loira, l’Alsazia e la Borgogna ad esempio”, sottolinea Meyer.

Il 2019 si è aperto con le migliori prospettive, anche grazie ad una serie di eventi, dalle celebrazioni per i 500 anni dalla nascita di Leonardo da Vinci, alla Coppa del mondo femminile di calcio, ai 75 anni dello Sbarco in Normandia. “Tra le attrazioni da ricordare – aggiunge il direttore – i musei ricavati da spazi inediti, hotel e ristoranti insoliti, luoghi del gusto innovativi. E proprio l’innovazione, insieme alla creatività e al savoir faire saranno i tre punti forti della strategia di marketing per i mesi a venire”.

Meyer mette in primo piano anche il valore della marca, intesa come luoghi dal forte potere evocativo e in grado di promuovere la Francia nel mondo, come Mont Saint Michel o Parigi.

Per quanto riguarda il budget di marketing, “è in aumento, a dispetto del fatto – conclude Meyer – che la sede si appresta ad effettuare un taglio del 10% negli organici dello staff mondiale”.

In termini di promozione, Atout France ha distribuito la nuova edizione del magazine, consultabile anche online, stampato in 100mila copie. l.d.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti