Lo shopping strategico di Ryanair: acquisita Malta Air

Una mossa per aprire a nuovi mercati, come quelli nordafricani, rafforzando al contempo la leadership in Europa, e creare una nuova base strategica – anche dal punto di vista contrattuale – nel Mediterraneo. E’ questo uno degli obiettivi della acquisizione, da parte di Ryanair Holdings, di Malta Air, start up che da oggi potrà contare su 6 aeromobili B737 della compagnia irlandese.

“Questo investimento – spiega il vettore – permetterà a Ryanair di incrementare la sua già consistente presenza a Malta (3 milioni di clienti all’anno) e accedere ai mercati extra Ue (Nord Africa) da Malta”. Il completamento è previsto per la fine di giugno, e prevede, oltre alla creazione di una nuova flotta basata sull’isola – che raggiungerà le 10 unità entro tre anni – di convertire in contratti locali, pagando le imposte maltesi, i contratti per 200 membri dell'equipaggio con base a Malta. Altro obiettivo dichiarato è quello di trasferire gli aeromobili Ryanair basati in Francia, Italia e Germania sul Coa di Malta: ciò “consentirà ai relativi equipaggi di pagare le imposte sul reddito localmente in Francia, Italia e Germania anziché in Irlanda, dove sono attualmente tenuti a pagare le imposte sul reddito sotto il Coa irlandese di Ryanair”.

“Ryanair – ha spiegato il ceo Michael O’Leary – è lieta di dare il benvenuto a Malta Air in Ryanair Group, che include ora Buzz (Polonia), Lauda (Austria), Malta Air e Ryanair (Irlanda). Malta Air manterrà con orgoglio il nome e la bandiera maltese volando in oltre 60 destinazioni in tutta Europa e Nord Africa; procederemo intanto nell’intento di accrescere la nostra flotta, le rotte, il traffico e i posti di lavoro su Malta nel corso dei prossimi tre anni. Speriamo di aggiungere oltre 50 aeromobili al registro maltese”.
 

Tags: ,

Potrebbe interessarti