Svelata la piattaforma Office Aiav

E' stata presentata la piattaforma Office Aiav nata dalla sinergia di più attori: Geoprogress onlus che ha sede presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale, l’Associazione Italiana Agenti di Viaggio Aiav, Cna Piemonte, il Politecnico di Torino e Dylog.

Contenuti ed obiettivi

Fulvio Avataneo, presidente Aiav, ha presentato il portale che si compone di più aree: formazione, fiscale e legale, informatica.
La parte formativa è erogata da fiscalisti, esperti di marketing, avvocati e specialisti in ambito turistico così da garantire un know-how mirato e adeguato ai diversi livelli di competenza degli agenti di viaggio. Sono previsti piani formativi dai più elementari fino a quelli necessari per il conseguimento delle competenze del direttore tecnico.
Quella fiscale e legale si compone di una banca dati costantemente aggiornata per contribuire alla migliore gestione del lavoro con strumenti specifici e legati alla parte gestionale, alla fatturazione elettronica, allo scontrino elettronico, al protocollo Gdpr, ai corsi sulla Legge 81 e ad altri aspetti burocratici. La sezione tecnica, legata all’ambito informatico, si occupa invece delle diverse utility.

“Obiettivo della piattaforma – sottolinea Fulvio Avataneo – è far confluire in un unico luogo digitale necessità e opportunità per chi lavora nel turismo e in questo Dyalog è il partner ideale perché ha l’expertise e gli strumenti gestionali necessari alle agenzie di viaggi, agli alberghi, ai ristoranti: settori che, se collegati in maniera efficace tra loro, sono la base di un turismo più facile e meno costoso”.

Come è nata l'idea

La piattaforma è nata da un’analisi effettuata da Geoprogress onlus che ha sede presso l’Università degli Studi del Piemonte Orientale. L’indagine, condotta dal professor Giovanni Fraquelli e dal suo team a partire dal 2015, ha evidenziato che le adv sono sempre meno performanti per una serie di elementi, uno dei quali è il fattore tempo legato alle risorse umane disponibili. Le agenzie, infatti, hanno meno personale e più incombenze in quanto gli aspetti fiscali, legislativi e contrattuali sono diventati sempre più complessi e richiedono ore di lavoro, risorse economiche, strumenti specifici e formazione adeguata.
Questo forte sbilanciamento tra back office e front office ha generato una contrazione economica nel settore in quanto gli operatori dedicano forzatamente meno spazio al business. L’Università degli Studi del Piemonte Orientale ha sottoposto i risultati dell’indagine ad Aiav che ha individuato la necessità di creare questa piattaforma per supportare gli operatori del settore sia attraverso corsi di formazione sia pubblicando la legislazione pertinente o altre informazioni utili. L'associazione ha quindi coinvolto il Centro Studi sul Turismo di Cna Piemonte, il Politecnico di Torino e Dylog che hanno sviluppato questo portale per facilitare il lavoro delle adv e renderlo molto più economico e di semplice gestione.

Ci sono in arrivo altre novità, per l'autunno, come il nuovo portale dedicato alle piccole e micro imprese dell’outgoing.

 

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti