Petite hotel e mini-resort, l’altra Mauritius di Going

Una gamma di proposte, racchiuse in una brochure digitale dedicata, per visitare Mauritius soggiornando nei petite hotel. È questa la novità di prodotto Going per l’isola dell’Oceano Indiano, fatta di piccoli resort, boutique hotel e soluzioni di soggiorno che "si contraddistinguono per posizione, qualità del servizio e delle sistemazioni sempre nell’ottica del miglior rapporto qualità/prezzo", spiega l'operatore in una nota.

“Abbiamo studiato questa programmazione per soddisfare una richiesta medio-alto di soggiorno in continua crescita – osserva Emmer Guerra, brand manager Going –. Mauritius sta sviluppando in maniera importante questo segmento con un riposizionamento dell’offerta più trasversale che siamo sicuri darà un forte impulso a questo mercato. Un modo innovativo per scoprire in maniera differente l’isola”.

Tra le strutture figurano anche il Le Palmiste a Troux au Biches e l’Aanari a Flic an Flac, che si vanno ad aggiungere al nuovo GoResort by Going lanciato dall’operatore all’inizio di maggio: il GoResort Riu Creole situato nella penisola di Le Morne. “Sono investimenti che vanno nell’ottica di rafforzare la nostra posizione di mercato sull’isola – prosegue Emmer Guerra –. Nei primi sei mesi del 2019 siamo a +20% di fatturato per Mauritius e vogliamo continuare su questa strada”.

Anche per la petite hôtellerie l’operatore, in collaborazione con Air Mauritius, propone pacchetti con prezzo finito, nessuna tipologia di adeguamento (né valutario né carburante), quota di iscrizione e assicurazione annullamento medico bagaglio incluse. Partenze ogni mercoledì da Milano, Venezia, Napoli, Torino, Firenze, Genova, Bologna e Roma.

Tags: ,

Potrebbe interessarti