Respiro nazionale per “InBuyer”

Ha al suo attivo quattro edizioni, dedicate solo a imprese lombarde, ma quest’anno amplia il suo raggio d’azione a livello nazionale: si tratta di “InBuyer", iniziativa che prevede l’accoglienza di operatori economici selezionati con l’obiettivo di favorire il processo di internazionalizzazione delle Pmi creando occasioni di business. Promos Italia, infatti, struttura nazionale del sistema delle Camere di Commercio a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese, in collaborazione con Unioncamere Lombardia, Sistema Camerale Lombardo, Regione Lombardia, le Camere di Commercio di Genova, Milano Monza Brianza Lodi, Modena, Ravenna, Udine e Banca Popolare di Sondrio, organizza un programma di attività che prevede circa 2.500 incontri b2b nel corso di 45 appuntamenti in Italia che si stima coinvolgeranno più di 800 imprese. Il progetto non solo assume un respiro nazionale, ma da quest’anno amplia anche il numero di comparti a cui si rivolge. “Tra questi – spiega Alessandro Gelli, direttore di Promos Italia -, il settore del turismo e della nautica si aggiungono a quelli tradizionali coinvolti nelle edizioni precedenti: alimentare, moda, cosmetica, beni strumentali, arredo, costruzioni-edilizia, packaging, energia. Il progetto è destinato a piccole e medie imprese di produzione che abbiano potenzialità di interazione con i buyer esteri”. Dopo un appuntamento tenutosi il 12 giugno a Milano, prima data dedicata al turismo, hanno fatto seguito il 25 giugno a Milano, il 26 giugno a  Sondrio, a Monza e a Lecco il 3 e 4 luglio, a Milano. In programma altri eventi, a Bergamo il 24 e 25 luglio, a Milano, Mantova e Brescia dal 17 al 19 settembre, a Milano il 7 ottobre, a Monza e Varese il 30 e 31 ottobre, a Monza e Brescia il 13 e 14 novembre, a Milano e Bergamo il 27 e 28 novembre, a Udine a  novembre. “Sono molti gli appuntamenti dedicati  al turismo – commenta il direttore -. Uno di essi riguarda, oltre a questo settore, anche quello della nautica e si è tenuto il 27 e 28 giugno, a Genova: Promos Italia, infatti, con Wtc Genoa, in collaborazione con la Camera di Commercio di Genova e con l’appoggio di Regione Liguria, Comune di Genova e Università di Genova, ha organizzato l’iniziativa Medseawork”. Si è trattato “di un’opportunità unica – prosegue Gelli – per le imprese italiane dei settori nautico e mestieri del mare, che hanno potuto incontrare buyer di settore selezionati provenienti da Turchia, Emirati Arabi e Paesi dell’Unione Europea. Genova è stata così per due giorni un luogo di business per le imprese di settori strategici non solo per l’economia ligure, ma anche per l’economia nazionale”.
Ma da quali nazioni provengono  i buyer esteri che aderiscono al progetto? “In questa edizione di ‘InBuyer’, le imprese italiane potranno incontrare circa 200 buyer selezionati provenienti da Paesi di tutto il mondo, tra cui Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Norvegia, Polonia, Portogallo, Svizzera, Cina, Corea del Sud, Giappone, Indonesia, Israele, Russia, Singapore, Turchia, Canada, Usa, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman e Marocco”. I risultati raggiunti a oggi sono stati soddisfacenti: “I numeri delle prime quattro edizioni – afferma il direttore – sono stati 148 giornate di eventi, 833 buyer provenienti da oltre 50 Paesi, 3.068 imprese lombarde servite, 14.430 incontri b2b, oltre 1.000 accordi conclusi”. E gli obiettivi attuali? “Intendiamo proseguire in questa direzione, con l’ampiamento dei territori coinvolti a  livello nazionale e con l’ingresso dei nuovi settori del business tipico made in Italy, a partire dal turismo”, conclude Gelli.           

Tags: ,

Potrebbe interessarti