GlobalData: investire di più nella cybersecurity
"Quasi la metà delle aziende sta ritardando gli investimenti in cybersecurity: bisogna agire subito". Questo il monito di GlobalData, azienda londinese specializzata in analisi dati, a seguito delle recenti multe inflitte per violazione della privacy a colossi come British Airways e Marriott.

"In un sondaggio condotto da GlobalData, il 37% degli intervistati ha dichiarato che le loro aziende avevano già predisposto ingenti investimenti in tecnologie di cybersecurity. Mentre, un ulteriore 43% ha affermato che lo farà nei prossimi tre anni", ha affermato Nick Wyatt, responsabile di R&A, travel & tourism di GlobalData

 
"Il 37% è incoraggiante – ha proseguito il manager -, ma oltre il 40% sta ancora ritardando gli investimenti, nonostante le violazioni su larga scala dello scorso anno, che hanno coinvolto Marriott e British Airways dimostrino che spesso le misure non sono ancora sufficientemente solide".
 
Le multe proposte per le due aziende sono state rispettivamente di 99,2 milioni di sterline per la catena alberghiera e di 183 milioni di sterline per BA. Un chiaro messaggio che dice: "Prendi sul serio la sicurezza informatica o ne paghi le conseguenze".
 
"Le conseguenze sono chiaramente significative in termini finanziari, ma c'è anche un impatto reputazionale alquanto intangibile. La fiducia dei consumatori nelle aziende può essere intaccata, in particolare nel settore dei viaggi e del turismo, dove le aziende hanno il dovere di prendersi cura di dati personali altamente sensibili come quelli contenuti nei passaporti. Queste multe devono servire come campanello d'allarme per altre società, molte delle quali sono ancora vulnerabili nei confronti degli stessi attacchi informatici. Ecco, queste aziende devono agire ora e assicurarsi che stiano sfruttando le ultime tecnologie per proteggere i dati personali dei loro clienti".
Tags:

Potrebbe interessarti