Registratore di cassa-Fto: “Deroga per le adv”

Il tema è il registratore di cassa in adv. Come si sa Fto aveva chiesto l'esonero per il canale agenziale, o più tempo in merito. Dallo scorso primo luglio è scattato l'obbligo per le imprese con un volume d'affari superiore a 400mila euro di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica all'Agenzia delle Entrate dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri.

Gabriele Milani, direttore nazionale di Fto, fa sapere che è stata ottenuta "una deroga per le adv, in attesa che esca un nuovo decreto (non si sa quando, ndr). C'era una eccezione legata alla fee sulla biglietteria aerea che avrebbe potuto esporci al rischio di dire su tutto il resto siamo esonerati, ma resta la fee sulla biglietteria per cui, dal 1° luglio, chi aveva più di 400mila euro era costretto a partire, mettendosi un registratore di cassa fisico in adv. Invece, abbiamo ottenuto una proroga al 31 dicembre".

Milani mette in evidenza un altro aspetto in atto, ossia il lavoro portato avanti "in modo attivo con un confronto con l'Agenzia delle Entrate per un esonero alla stregua di tutte le altre attività. Per cui in questo momento c'è l'esonero su tutto sine die – afferma Milani – e sulle fee della biglietteria aerea fine a fine anno, ma – aggiunge -, siamo in pista per ottenere una soluzione". s.v.

 

Tags: , ,

Potrebbe interessarti