Business traveler soddisfatti del viaggio nonostante i contrattempi

Più della metà (54%) dei business traveler ha subito un contrattempo mentre era in viaggio per lavoro nell'ultimo anno. Di questi, il 52% ha segnalato il ritardo del volo e il 40% la sua cancellazione. Tuttavia, la stragrande maggioranza (86%) dei viaggiatori a livello globale è soddisfatta delle proprie esperienze complessive di business travel, secondo il Gbta Business Value Sentiment Index recentemente aggiornato in collaborazione con RoomIt by Cwt, la divisione di distribuzione alberghiera di Cwt, la piattaforma di travel management b2b4e.

La traveler experience è il fattore che mostra l'impatto maggiore (54%) sulla soddisfazione dei business traveler. Data la grande percentuale di viaggiatori che ha subito ritardi o cancellazioni dei voli, non sorprende che i voli siano stati un fattore determinante nella traveler experience. Tuttavia, le componenti di viaggio più strettamente correlate alla travel satisfaction riguardano l'hotel: tra queste il soggiorno in una struttura in posizione strategica, la prenotazione congiunta di volo e albergo, la procedura di check-in/check-out e il pagamento.

Posizione strategica dell’hotel e accesso a una rete wifi stabile sono in cima alla lista dei fattori più importanti per i business traveler. I viaggiatori dell’America Latina (52%) e America del Nord (44%) desiderano soggiornare in un albergo situato in una posizione strategica per le proprie esigenze di viaggio molto più di quelli in Europa (32%) o in Asia Pacifico (30%). Inoltre, i viaggiatori in America Latina in media attribuiscono una maggiore importanza all'accesso a una rete wifi stabile (60%) rispetto ai viaggiatori in America del Nord (47%), Europa (37%) o Asia Pacifico (35%). I servizi dell'albergo, come la colazione inclusa e la possibilità di ottenere o utilizzare premi fedeltà o bonus a propria discrezione, sono anch'essi nella lista dei fattori più importanti per i business traveler.

"Ci rendiamo conto che gli alberghi offrono un rifugio sicuro per i business traveler – ha dichiarato Peggy Studer, vicepresident marketing di RoomIt by Cwt -. La nostra filosofia in RoomIt è quella di offrire ai viaggiatori una scelta più ampia (tipologie di alloggio, ubicazioni, servizi e punti fedeltà) e una migliore esperienza complessiva di prenotazione per incoraggiare i dipendenti a effettuare la prenotazione nell'ambito del proprio travel program. Sappiamo che i viaggi d’affari e i meeting possono essere stressanti, ma il soggiorno in albergo e l'esperienza con le prenotazioni non dovrebbero esserlo". 

"La traveler experience è stata una delle parole chiave del settore negli ultimi anni, ma i risultati della survey dimostrano chiaramente quanto sia davvero importante per i viaggiatori – ha affermato Scott Solombrino, coo ed executive director di Gbta -. La forza lavoro continua ad evolvere e questo implica che non può esistere un approccio univoco quando si tratta di business travel: la scelta e la flessibilità dovrebbero essere elementi chiave nello sviluppo delle travel policy".

Se da un lato i viaggi frequenti possono spesso essere percepiti come un problema per la salute, dall'altro i business traveler stanno facendo della salute e del benessere in viaggio una priorità. Oltre otto viaggiatori su dieci (83%) considerano la presenza di una palestra o la vicinanza alle aree pedonali quando prenotano l'albergo.
Il 50% dei business traveler afferma di dedicare del tempo all'esercizio fisico in quasi tutti i viaggi e circa un quarto (23%) sostiene di allenarsi più spesso quando è in viaggio per lavoro che non a casa. Mentre la maggior parte dei viaggiatori si accontenta di fare jogging o di usare la palestra dell'albergo, il 43% vorrebbe che la struttura offrisse corsi di yoga, il 33% vorrebbe partecipare a lezioni di CrossFit e il 32% preferirebbe partecipare a sedute di meditazione.

Non sorprende che, per i viaggiatori, le principali preoccupazioni per la salute includano la mancanza di sonno (37%), lo stress generale del viaggio (34%) e un'alimentazione poco sana (33%). In termini di opzioni wellness offerte dagli hotel, i business traveler sono più interessati ad avere acqua potabile filtrata in camera (77%), cibo sano (73%) e purificatori d'aria (71%).

 

 

Tags: ,

Potrebbe interessarti