Albatravel e Israele: parte da Roma la prima tappa del co-marketing

Una serata glamour al Singita Miracle Beach, uno dei luoghi simbolo della movida estiva romana, dove si celebra la prima tappa dell’accordo chiuso tra il Gruppo Albatravel e l’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo. Una scelta compiuta su una destinazione che sta segnando il +32% nel primo semestre 2019. Luca Riminucci, direttore vendite di Albatravel Whl ci dice: “E’ l’inizio di una partnership per una destinazione giovane da short break e tour”. Le attività di co-marketing da qui al 2020 saranno costellate da una serie di eventi, un fam trip per le agenzie di viaggio, una serie di promozioni dedicate al trade con offerte sul prodotto.

“In questo momento per la campagna di Israele in atto su Gerusalemme e Tel Aviv, abbiamo inserito la destinazione nella sezione ‘gli short break di Albatravel’”. Riminucci spiega anche le aspettative: “Il trend di mercato è interessante, abbiamo chiuso già degli accordi con Alitalia, che vola direttamente in Israele, e abbiamo dei pacchetti con Easyjet; c’è poi da tener conto che  Ryanair partirà anche da Bologna implementando i suoi voli: insomma le prospettive sono positive”.

Sul portale vengono presentate 5 tipologie di tour con tagli diversi dal religioso, all’attivo, ma non ci sono dei veri e propri standard.

“Abbiamo realizzato un evento in pieno stile Tel Aviv sulla spiaggia per dare l’idea di quello che ci si può aspettare in Israele: mare, divertimento, buon cibo, spiritualità”, aggiunge Pietro De Arena, direttore marketing di Turismo Israele, il quale punta sul rafforzamento della campagna “Two cities one break” che ha un trend di crescita dell’80% nei tre anni dal suo debutto. l.s.

Tags: ,

Potrebbe interessarti