Global Travel Forecast: nel 2020 il settore aviation crescerà dell’1,2%

Dopo aver registrato forti aumenti nel 2019, le tariffe dei servizi di viaggio dovrebbero rallentare la loro crescita a livello globale nel 2020, evidenziando un modesto incremento dell’1,2% per il trasporto aereo. Gli incrementi per il comparto noleggio auto dovrebbero attestarsi all'1%, mentre il segmento hospitality vedrà un +1,3%.

Queste le principali evidenze del sesto Global Travel Forecast annuale, pubblicato oggi da Cwt e Gbta. Se da un lato l'economia globale sta andando bene nel suo complesso – con una previsione di crescita del 3,6% nel 2020 -, dall'altro esistono una serie di incertezze destinate a smorzare i prezzi.

"I progressi tecnologici e un ambiente sempre più volatile sia a livello economico che politico, in tutto il mondo, hanno cambiato le modalità con cui i buyer dei servizi di viaggio devono fare il proprio lavoro – ha affermato Scott Solombrino, Coo ed executive director di Gbta -. Questo forecast annuale fornisce approfondimenti sui key driver che determinano i cambi nelle priorità e mette a disposizione una road map per i buyer che vogliono pianificare i travel program 2020".

in Asia Pacifico, la cessazione nello scorso aprile dell'attività di Jet Airways, compagnia con base in India, ha creato uno spazio vuoto nel mercato su alcune rotte chiave e la riduzione della concorrenza ha comportato tariffe aeree più elevate. Solo quando altre compagnie aeree sono riuscite ad aggiungere capacità per colmare il vuoto, le tariffe hanno iniziato a normalizzarsi.

A livello europeo, il Fondo monetario internazionale (Fmi) prevede ancora una crescita, che va dallo 0,3% in Medio Oriente all'1,6% in Europa e al 3,6% in Africa. In tutta Europa, fattori quali le agitazioni dei lavoratori, le proteste contro i cambiamenti climatici, le guerre commerciali globali, l'aumento dei prezzi del petrolio e il terrorismo hanno tutti il potenziale per causare un rallentamento. In questo scenario, secondo Cwt e Gbta, il nuovo aeroporto di Istanbul, uno dei più grandi dell’area, probabilmente cambierà i flussi tra Europa e Asia, fornendo uno scalo alternativo per i voli verso la Cina e l'Asia orientale.

L'attività economica in America Latina, invece, continua a crescere, anche se più lentamente del previsto, e dovrebbe aumentare del 2,5% nel 2020. Una situazione politica ed economica instabile in alcune delle maggiori economie, come Argentina, Messico e Brasile, danneggerà le prospettive. E considerate le lunghe distanze, una classe media in crescita e la scarsa penetrazione del mercato nel trasporto aereo, ci sono molte opportunità e le compagnie aeree le stanno sfruttando al meglio. Dal 2017 sono entrati sul mercato numerosi nuovi vettori, mentre le compagnie a basso costo hanno guadagnato una quota significativa in Brasile, Messico e Colombia.

Sempre secondo le analisi del Global Travel Forecast, per quanto l'economia degli Stati Uniti sia fiorente, vi è comunque una crescente incertezza dovuta ai dazi doganali e alle guerre commerciali. La crescita del Pil degli Usa dovrebbe rallentare al 2,1% nel 2019 e diminuire ulteriormente nel 2020 e 2021, rispettivamente al 2% e all'1,8%. Le tariffe dei voli dovrebbero aumentare, riflettendo le forti economie degli Stati Uniti e del Canada. La maggior parte delle compagnie aeree cercherà di applicare tariffe per servizi ancillari per continuare a essere competitive: i costi per servizi quali il wifi o l’accesso alle lounge potrebbero quindi essere negoziati per i viaggiatori d’affari.

Tags: ,

Potrebbe interessarti