Le “previsioni” di Michael O’Leary

Si intravedono ombre sul fronte delle compagnie aeree. La guerra delle tariffe europee "a basso costo" sta colpendo i vettori. Come si sa Ryanair ha reso noto di aver guadagnato il 21% in meno nel primo trimestre dell'anno fiscale e ha già preannunciato una tendenza al ribasso per il prossimo anno. Dal canto suo Michael O'Leary, numero uno della compagnia low cost, non è stato ottimista nemmeno in relazione al complesso scenario che incombe sul settore aereo ed ha fatto sapere che si attende nuovi fallimenti in inverno.

Tra i fattori che gravano c'è la Brexit che complica anche la situazione sul fronte aereo. A tal proposito il governo irlandese ha fatto sapere che Ryanair potrebbe eliminare le rotte nel Regno Unito in caso di Brexit dura. I tagli interesserebbero le rotte tra l'aeroporto di Londra e quelli di Glasgow, Edimburgo e Belfast.

Quanto al numero di esuberi trapelati in questi giorni la compagnia in una nota ufficiale stima che "l’effetto sull'occupazione potrebbe riguardare circa 900 membri del team e non 1500". 

Tags:

Potrebbe interessarti